SORIN GROUP ANNUNCIA I RISULTATI PRELIMINARI CONSOLIDATI 2008

10 Febbraio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Ricavi consolidati a € 643,3 (in crescita dell’1,4%°* sul 2007), EBITDA a € 79,2 milioni (12,3% dei ricavi) e EBIT a € 44,8 milioni (7,0% dei ricavi). Nel quarto trimestre 2008 Ricavi in crescita del 2,2%°* a € 176,7 milioni. Risultato netto pari a € -38,1 milioni (€ -82,7 milioni nel 2007). Risultato prima delle attività oggetto di cessione in pareggio, rispetto a una perdita netta di € 51,4 milioni nel 2007. Indebitamento netto al 31 dicembre 2008 a € 252,8 milioni, rispetto a € 293,3 milioni al 31 dicembre 2007. Significativo miglioramento del rapporto Indebitamento netto/EBITDA a 3,2X. Completato con successo nel quarto trimestre 2008 il piano di dismissioni delle attività non strategiche. Risultati finanziari per l’esercizio 2008 in linea o al di sopra della guidance fornita al mercato. Per il 2009 la società prevede un fatturato in crescita del 2-3%* rispetto al 2008, un EBITDA in miglioramento al 13-14% dei ricavi e un risultato netto positivo. La posizione finanziaria netta alla fine del 2009 è attesa in ulteriore riduzione a € 220 milioni. In linea con quanto richiesto dallo IFRS 5, i risultati delle Business Unit Vascular Therapy e Renal Care, cedute nel corso del 2008, sono riportati nel conto economico separatamente, come “Risultati delle attività oggetto di cessione”. I risultati economici del 2007 sono stati conseguentemente rideterminati per assicurare la comparabilità dei dati. Dati preliminari oggetto di verifica da parte della Società di Revisione. Il Consiglio di Amministrazione di Sorin S.p.A. riunitosi oggi sotto la Presidenza di Rosario Bifulco, ha analizzato i risultati preliminari consolidati dell’esercizio 2008. Il progetto di Bilancio consolidato definitivo sarà approvato dal Consiglio di Amministrazione che si terrà il 19 marzo 2009. ______________________________________________ ° Ricavi al netto delle vendite ai terzisti * A tassi di cambio comparabili “Nonostante le difficoltà del mercato e lo sfavorevole impatto dei tassi di cambio, Sorin ha raggiunto nell’esercizio 2008 gli ambiziosi obiettivi finanziari e di business fissati dal piano strategico. Durante l’anno, abbiamo migliorato la redditività e diminuito il livello del debito”, ha affermato André-Michel Ballester, CEO di Sorin Group. “Abbiamo razionalizzato l’organizzazione e ceduto le attività non strategiche, aumentando il focus sulle nostre eccellenze nel settore cardiovascolare, mantenendo un alto livello di investimenti in innovazione. Abbiamo fiducia nelle nostre capacità di proseguire su questa strada per il 2009 e oltre”. EVOLUZIONE DEL FATTURATO NEL QUARTO TRIMESTRE 2008 Durante il quarto trimestre, Sorin Group ha realizzato Ricavi per €176,7 milioni, in crescita del 2,2%°* sullo stesso periodo del 2007. A cambi correnti, le vendite sono cresciute del 5,3%° nel trimestre. La Business Unit Cardiopulmonary (macchine cuore-polmone, sistemi per la circolazione extracorporea e autotrasfusione) ha realizzato ricavi per € 84,2 milioni, in crescita dell’1,3%°* rispetto al quarto trimestre 2007, trainati prevalentemente dalle vendite delle Macchine Cuore-Polmone (€20 milioni, in crescita del 9,7%*), sostenute dalla performance della macchina S5TM in Giappone. La linea di prodotti per Autotrasfusione ha riportato una crescita del 4,6%°* nel trimestre a € 16 milioni. La linea di Ossigenatori ha registrato un calo del 2,7%°* a € 49 milioni, con una rilevante espansione nei mercati emergenti, non sufficiente a compensare la debole domanda in Europa e negli USA. La Business Unit Cardiac Rhythm Management (dispositivi impiantabili per la gestione delle patologie del ritmo cardiaco) ha realizzato ricavi per €63,3 milioni, in crescita dell’1,7%* rispetto al quarto trimestre 2007. Le vendite sono cresciute dell’8,2%* nel segmento High Voltage (defibrillatori OvatioTM e CRT-D) a €19 milioni, mentre il segmento Low Voltage (pacemaker SymphonyTM e ReplyTM) è cresciuto del 3,6%* durante il trimestre a €43 milioni. L’incoraggiante performance è stata generata da un incremento delle quote di mercato nei mercati chiave in Europa e in Giappone. La Business Unit Heart Valves (valvole cardiache meccaniche e biologiche, prodotti per la riparazione valvolare) ha realizzato ricavi per €28,2 milioni, in crescita del 6,0%* sul quarto trimestre 2007, nuovamente trainata dal buon andamento delle valvole biologiche, in crescita del 33,1%* a €11 milioni, in particolare per il successo della valvola MitroflowTM negli USA. Nel segmento delle valvole meccaniche, i ricavi hanno registrato un calo del 5,9%* attestandosi a €16 milioni. RISULTATI CONSOLIDATI PRELIMINARI PER L’ESERCIZIO 2008 Nel 2008 Sorin Group ha realizzato Ricavi per €643,3 milioni, in crescita dell’1,4%°* rispetto allo stesso periodo del 2007. La Business Unit Cardiopulmonary ha realizzato ricavi pari a € 302,9 milioni nel 2008, stabili rispetto al 2007°*, consolidando la propria posizione di leader mondiale in questo segmento con una quota di mercato del 40% circa. Nel 2008 il segmento delle macchine cuore-polmone ha realizzato un fatturato di € 57 milioni, in calo del 2,6%* rispetto al 2007, mentre il segmento degli Ossigenatori ha realizzato ricavi per € 188 milioni, sostanzialmente stabili°* rispetto al 2007. Entrambi i segmenti hanno avuto un andamento in linea con il trend di mercato. Il segmento dei prodotti per Autotrasfusione è cresciuto del 4,9%°* a € 58 milioni, grazie ad una più estesa penetrazione delle applicazioni terapeutiche presso la comunità medica. La business unit continuerà a fare leva sulla rilevante presenza di mercato, puntando a espandersi in segmenti con opportunità di penetrazione attraverso l’innovazione tecnologica. A tal fine, Sorin Group ha annunciato recentemente di aver di aver acquisito da Datascope Inc., la linea di prodotti Clearglide(R) per il prelievo per via endoscopica di vasi sanguigni; questi dispositivi consentono tecniche meno invasive per il prelievo di vasi adatti per l’utilizzo in procedure di bypass aorto-coronarico. Le attività acquisite saranno integrate nella Business Unit Cardiopulmonary. La Business Unit Cardiac Rhythm Management ha realizzato ricavi per € 231,1 milioni nel 2008, in crescita dello 0,4%* dal 2007. Le vendite sono cresciute del 5,7%* nel segmento High Voltage (defibrillatori OvatioTM e CRT-D) a € 67 milioni, mentre il segmento Low Voltage (pacemaker SymphonyTM e ReplyTM) ha mostrato un calo dell’1,0%* a € 154 milioni. Durante il 2008 la crescita della business unit è stata penalizzata dalla decisione del management di cessare le vendite nei paesi non profittevoli e di ristrutturare la propria forza di vendita negli USA. Tale impatto negativo è stato controbilanciato dai buoni risultati in Europa e in Giappone. Facendo leva sul robusto rinnovamento della pipeline, la business unit continuerà la propria espansione in Europa e negli USA, così come in Giappone, attraverso la partnership con Japan Life Line. La Business Unit Heart Valves ha realizzato ricavi per € 104,9 milioni, in crescita dell’8,8%*. Il segmento delle valvole cardiache biologiche è cresciuto del 40,1%* a € 39 milioni, trainato dalla rapida espansione della valvola MitroflowTM negli USA. Nel segmento delle valvole cardiache meccaniche il fatturato è sceso del 4,2%* a €61 milioni, per effetto della continua erosione del mercato. Nel 2009 la Business Unit Heart Valve prevede di espandere ulteriormente la propria quota di mercato, in particolare nelle valvole biologiche negli USA. La Società sta seguendo attivamente i processi di approvazione regolatoria a livello mondiale della valvola sutureless PercevalTM, dalle caratteristiche uniche al mondo, della valvola stentless SoloTM negli USA e della valvola biologica MitroflowTM in Giappone. Il Profitto Lordo è stato pari a € 346,0 milioni, pari al 53,8% del fatturato, contro € 351,9 milioni nel 2007 (53,4% del fatturato), in miglioramento, per effetto del contenimento dei costi industriali e dal più favorevole mix geografico, nonostante l’impatto negativo del tasso di cambio. Se comparato al 2007, sulla base del vecchio perimetro di business, il Profitto Lordo è migliorato significativamente di 240 punti base. Le spese di vendita, generali e amministrative (SG&A) sono state pari a € 254,3 milioni (39,5% del fatturato) in calo da € 270,0 milioni (40,9% del fatturato) nel 2007. L’implementazione del modello per business unit, la razionalizzazione delle funzioni centrali e l’adozione di un modello di shared services hanno rappresentato i fattori trainanti di questo significativo miglioramento. La società ha allocato più risorse al rafforzamento della propria rete distributiva a livello mondiale: in particolare ha aperto una nuova filiale in Australia e ha significativamente rinforzato la propria rete commerciale nel settore delle valvole cardiache negli Stati Uniti. Le spese di Ricerca e Sviluppo (R&D) sono state pari a € 52,3 milioni, ovvero l’8,1% del fatturato, da € 49,7 milioni, ovvero il 7,5% del fatturato, nel 2007, confermando il forte impegno di Sorin sul fronte dell’innovazione. Durante l’anno, la Società si è focalizzata sulle attività relative al settore cardiovascolare, con una particolare enfasi sul programma clinico della valvola sutureless (PercevalTM) e sulla nuova generazione di CRT-D (ParadymTM). L’EBIT nel 2008 è stato pari a € 44,8 milioni (7,0% del fatturato), rispetto a € -17,7 milioni nel 2007. Gli Special Items hanno contribuito positivamente per € 5,4 milioni nel 2008 (€ – 49.9 milioni nel 2007) . Escludendo gli special items, l’EBIT nel 2008 è stato pari a € 39,4 milioni, rispetto a € 32,2 milioni nel 2007, in significativo miglioramento come percentuale del fatturato, dal 4,9% nel 2007 al 6,1% nel 2008. Una riconciliazione dell’EBIT, rettificata per gli special items, è fornita in allegato (Tabella 1). L’EBITDA nel 2008 è stato pari a € 79,2 milioni (12,3% del fatturato), rispetto a € 72,4 milioni (11,0% del fatturato) nel 2007. Il tasso di cambio ha avuto un impatto negativo pari a € 4 milioni. L’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2008 è stato pari a €252,8 milioni, rispetto a €293,3 milioni al 31 dicembre 2007 e € 286,2 milioni al 30 settembre 2008. La generazione di cassa netta, pari a € 40,5 milioni, è stata raggiunta grazie al miglioramento della redditività e alla riduzione del capitale circolante. Gli Special Items sono stati nel periodo pari a € 22,5 milioni. Per ulteriori dettagli si rimanda all’allegato prospetto (Tabella 2). Grazie al rafforzamento patrimoniale (il rapporto fra Indebitamento e EBITDA è sceso a 3,2X nel 2008), la Società ha beneficiato di una riduzione nel costo del proprio indebitamento di lungo termine. La Società sta ridefinendo con le istituzioni finanziarie i covenant sul debito a lungo termine al fine di riflettere adeguatamente il cambiamento intervenuto nel perimetro del Gruppo a seguito delle cessioni di attività realizzate nel corso del 2008. A tale proposito, per effetto delle citate cessioni, il covenant riguardante il Patrimonio Netto minimo non è stato rispettato al 31 dicembre 2008, contrariamente agli altri sette covenant che invece sono stati largamente rispettati. La Società ritiene che questo processo sarà completato nel breve termine e prima dell’approvazione del bilancio del 2008. Per il primo trimestre 2009, la Società prevede un Fatturato in crescita del 2-3%* e un margine EBITDA a circa il 12,5%. Indicatori alternativi di performance e schema riclassificato di conto economico Al fine di migliorare la visibilità e consentire una migliore valutazione della performance finanziaria del Gruppo Sorin, a partire dal presente comunicato vengono presentati degli schemi di conto economico, riclassificati per destinazione. Detti schemi, che non sono oggetto di verifica da parte della società di revisione, consentono una migliore valutazione dell’andamento economico della Società e sono più in linea con il reporting dei principali operatori mondiali nel settore dei medical devices. Il conto economico riclassificato non deve essere considerato sostitutivo o superiore al corrispondente Schema pubblicato sul Bilancio Consolidato Annuale e nel Resoconto Intermedio di Gestione, ma costituisce un’informazione aggiuntiva. In aggiunta agli indicatori convenzionali previsti dagli IFRS, nel presente comunicato sono riportati degli indicatori alternativi di perfomance. Tali indicatori non devono essere considerati sostitutivi di quelli convenzionali previsti dagli IFRS, ma costituiscono un’informazione aggiuntiva, rappresentativa delle grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie utilizzate nell’ambito dei processi decisionali interni. Di seguito viene riportato il significato ed il contenuto degli indicatori alternativi di performance utilizzati nel presente comunicato: EBITDA (margine operativo lordo), rappresenta un indicatore della performance operativa ed è calcolato come segue: Risultato prima delle imposte + Oneri finanziari – Proventi finanziari -/+ Differenze cambio -/+ Proventi/(oneri) da partecipazioni in società collegate = EBIT (risultato operativo) + Ammortamenti e svalutazioni + Accantonamenti per rischi ed oneri -/+ Plus/minusvalenza da realizzo partecipazioni controllate + Oneri ed accantonamenti per ristrutturazione -/+ Proventi (Oneri) derivanti da eventi significativi non ricorrenti Gross Profit (profitto lordo), rappresenta un indicatore della performance industriale ed è calcolato sulla base dello schema riclassificato di conto economico per destinazione, sottraendo ai ricavi netti il costo del venduto. ______________________________ * A tassi di cambio comparabili SG&A rappresenta il valore delle spese operative di vendita, generali e amministrative. R&S rappresenta il valore delle spese operative di ricerca e sviluppo. Indebitamento finanziario netto è determinato quale risultante dei debiti finanziari al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti e delle attività finanziarie correnti e non correnti (crediti finanziari e titoli diversi da partecipazioni). Special items: al fine di permettere una migliore valutazione dell’andamento economico l’EBIT (risultato operativo) viene presentato anche rettificato per gli special items. Gli special items, che rappresentano componenti di reddito non ricorrenti o eccezionali, non sono definiti dagli IFRS e vanno pertanto considerati come un’informazione aggiuntiva. Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Demetrio Mauro, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”). Queste dichiarazioni sono basate sulle attuali aspettative e proiezioni del Gruppo relativamente ad eventi futuri e, per loro natura, sono soggette ad una componente intrinseca di rischiosità ed incertezza. Sono dichiarazioni che si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che possono, o non possono, accadere o verificarsi in futuro e, come tali, non si deve fare un indebito affidamento su di esse. I risultati effettivi potrebbero differire significativamente da quelli contenuti in dette dichiarazioni a causa di una molteplicità di fattori, incluse una continua volatilità e un ulteriore deterioramento dei mercati del capitale e finanziari, variazioni nei prezzi di materie prime, cambi nelle condizioni macroeconomiche e nella crescita economica ed altre variazioni delle condizioni di business, mutamenti della normativa e del contesto istituzionale (sia in Italia che all’estero), e molti altri fattori, la maggioranza dei quali è al di fuori del controllo del Gruppo. A proposito di Sorin Group Sorin Group (www.sorin.com) è leader mondiale nel trattamento delle patologie cardiovascolari. Il Gruppo sviluppa, produce e commercializza tecnologie medicali e terapie innovative per la cardiologia interventista e il trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco. Con 3.500 dipendenti nel mondo, il Gruppo è specializzato in tre aree terapeutiche: cardiopolmonare (sistemi di autotrasfusione e circolazione extracorporea), gestione del ritmo cardiaco (CRM) e valvole cardiache. Ogni anno, oltre 1 milione di pazienti in 80 Paesi sono trattati con dispositivi Sorin Group. Per ulteriori informazioni, potete visitare il sito: www.sorin.com SORIN GROUP – CONTO ECONOMICO RICLASSIFICATO UNAUDITED € million       2008 2007   Ricavi netti 643,3 659,3   Costo del Venduto (297,2) (307,4)   Profitto Lordo 346,0 351,9 % del fatturato 53,8% 53,4%   Spese di vendita, generali e amministrative (254,3) (270,0) % del fatturato 39,5% 40,9%   R&S (52,3) (49,7) % del fatturato 8,1% 7,5%   Special Items 5,4 (49,9)   Risultato Operativo (EBIT) 44,8 (17,7) % del fatturato 7,0% –   Oneri finanziari, netti (24,3) (15,9)   Tasse (20,5) (17,8)   Risultato derivante dalle attività in funzionamento 0,0 (51,4)   Risultato delle attività oggetto di cessione (38,1) (31,3)   Risultato Netto (38,1) (82,7)       EBITDA 79,2 72,4 % del fatturato 12,3% 11,0%   EBIT prima degli Special Items 39,4 32,2 % del fatturato 6,1% 4,9% TABELLA 1. SORIN GROUP – IMPATTO DEGLI SPECIAL ITEMS SULL’EBIT € milioni – (Proventi)/Perdite     2008   % del fatturato   2007   % del fatturato EBIT 44,8 7,0 (17,7) (2,7) Cessione Business Endovascolare (8,9) Cessione Sorin B. Japan (3,4) Intangible write-off 6,8 Controversie 1,4 3,7 Rettifiche al fondo pensione USA 1,6 Indennità di Fine Rapporto 0,5 7,0 Altro 1,8 Costi di Ristrutturazione   33,8 Totale Special Items (5,4) 49,9 Adjusted EBIT 39,4 6,1 32,2 4,9 TABELLA 2. SORIN GROUP – IMPATTO DEGLI SPECIAL ITEMS SULL’INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO € milioni – Esborsi/(Incassi)     31 dicembre 2007   31 dicembre 2008   Variazione Indebitamento Finanziario Netto (293,3) (252,8) 40,5   Special Items   Factoring pro-soluto (24,8) Costi di Ristrutturazione 15,8 Acquisizioni e cessioni di business (19,2) Indennità di fine rapporto 5,7   Totale Special Items (22,5) Variazione nell’indebitamento finanziario netto prima degli Special Items 18,0 Nota: Schemi non oggetto di revisione da parte dei Revisori Esterni.

Sorin GroupMartine Konorski, +33 (0)1 46 01 33 78Director, Corporate CommunicationsMobile: +33 (0)6 76 12 67 73/[email protected] GroupCarla Vidra, +39 02 69969716Investor [email protected]