SORIN GROUP ANNUNCIA I RISULTATI DEL TERZO TRIMESTRE 2013

28 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

Il Consiglio di Amministrazione di Sorin S.p.A. (MIL:SRN), riunitosi in data odierna sotto la Presidenza di Rosario Bifulco, ha approvato la Relazione finanziaria al 30 settembre 2013. “Nel terzo trimestre la Società ha riportato ricavi in linea con la guidance e ha confermato il miglioramento del profilo reddituale e della capacità di generare cassa. Il Cardiac Surgery ha registrato una forte crescita riconducibile sia al pieno recupero dei segmenti degli ossigenatori e dei sistemi per autotrasfusione colpiti dal terremoto del 2012 sia all’eccezionale performance delle macchine cuore-polmone e al migliorato andamento delle valvole cardiache. Il terzo trimestre è stato inoltre caratterizzato da una progressiva stabilizzazione del business del Cardiac Rhythm Management, sebbene le previsioni per l’esercizio in corso rimangano negative,” ha commentato l’Amministratore Delegato André-Michel Ballester. “Pertanto per l’esercizio 2013 ci attendiamo ricavi vicini alla parte bassa della guidance, mentre prevediamo una redditività nella parte alta dell’intervallo di guidance precedentemente comunicato.” Nel Terzo Trimestre 2013 Sorin Group ha realizzato ricavi per €180,3 milioni, in crescita del 19,0% a parità di tassi di cambio rispetto al terzo trimestre 2012, risultato che riflette il pieno recupero dagli effetti del terremoto. La Business Unit Cardiac Surgery (prodotti cardiopolmonari per la circolazione extracorporea e per la riparazione e sostituzione di valvole cardiache) ha riportato ricavi pari a €119,2 milioni. Il segmento delle macchine cuore-polmone ha registrato un’eccezionale performance in tutti i principali mercati. I segmenti degli ossigenatori e dei sistemi per autotrasfusione hanno anch’essi conseguito una forte crescita dei ricavi, confermando il pieno recupero della Società dagli eventi sismici del 2012. I ricavi dei segmenti di prodotto impattati dal terremoto, infatti, sono cresciuti a tassi di cambio comparabili del 3% circa rispetto al terzo trimestre del 2011, ultimo periodo confrontabile non impattato dal terremoto. Le valvole biologiche hanno registrato una buona performance, principalmente grazie al positivo andamento di MitroflowTM in Giappone e alla continua penetrazione della valvola PercevalTM. Anche le valvole meccaniche hanno conseguito una significativa crescita trainata dai paesi emergenti, in parte compensata dalla progressiva contrazione in Europa e Stati Uniti a favore delle valvole biologiche. Nel corso del mese di ottobre sono stati presentati al congresso dell’EACTS (Associazione Europea della Cardiochirurgia Toracica) di Vienna la nuova linea di ossigenatori per adulti InspireTM e il sistema integrato di circolazione extracorporea HeartlinkTM. (importi in Euro/milioni)             Ricavi 3° Trim. 13   Variazione a parità cambi/ perimetro %* Macchine cuore-polmone   25,5   31,4% Ossigenatori 48,1 65,1% Macchine e dispositivi per autotrasfusione 15,2 48,8% Valvole cardiache meccaniche 12,8 5,2% Valvole cardiache biologiche 14,7 11,3% Altro   2,8   ns Totale Cardiac Surgery   119,2   37,1% (*) Per dettagli si veda tabella “Fatturato consolidato per Business Unit” La Business Unit Cardiac Rhythm Management (dispositivi impiantabili per la gestione delle patologie del ritmo cardiaco) ha riportato ricavi pari a €60,5 milioni, con una flessione del 5,4%3 rispetto al terzo trimestre del 2012. Il segmento low voltage continua a risentire della pressione sui prezzi in Europa e di minori volumi in Giappone a causa della penetrazione di pacemakers compatibili con la risonanza magnetica. La positiva performance del segmento high voltage è principalmente riconducibile ai dispositivi per la risincronizzazione cardiaca che hanno registrato una crescita a tassi di cambio comparabili di oltre il 10%, trainata dalla continua penetrazione di SonRTM in Europa e dai primi impianti di SonRTM negli Stati Uniti per lo studio clinico RESPOND. (importi in Euro/milioni)             Ricavi 3° Trim. 13   Variazione a parità cambi/ perimetro %* High Voltage (defibrillatori e CRT-D)   22,2   0,9% Low Voltage (pacemaker) 35,9 -8,8% Altro   2,5   ns Totale Cardiac Rhythm Management   60,5   -5,4% (*) Per dettagli si veda tabella “Fatturato consolidato per Business Unit” Il Profitto Lordo nel terzo trimestre 2013 è pari a €106,1 milioni (58,9% dei ricavi), rispetto a €98,4 milioni (61,3% dei ricavi) nel terzo trimestre 2012. Tale variazione è principalmente riconducibile agli effetti negativi dei tassi di cambio e ad un diverso business mix dovuto al terremoto nello stesso periodo del 2012, parzialmente controbilanciati dai continui miglioramenti nell’efficienza produttiva. Le spese di Vendita, Generali e Amministrative (SG&A) sono pari a €67,4 milioni, rispetto a €76,2 milioni nel terzo trimestre 2012. A tassi di cambio costanti, tali spese sono rimaste sostanzialmente invariate, nonostante l’onere di €0,7 milioni relativo alla medical device excise tax, accisa sulle vendite negli Stati Uniti di dispositivi medicali. Le spese di Ricerca e Sviluppo (R&D) sono pari a €17,8 milioni (9,9% dei ricavi) rispetto a €18,8 milioni (11,7% dei ricavi) nel terzo trimestre 2012. L’EBITDA nel terzo trimestre 2013 è pari a €32,1 milioni (17,8% dei ricavi) rispetto a €14,1 milioni (8,8% dei ricavi) nel terzo trimestre 2012. L’EBIT è pari a €19,4 milioni rispetto al terzo trimestre 2012 quando era negativo per €0,3 milioni. L’EBIT prima degli special items è pari a €20,9 milioni rispetto a €3,4 milioni nel terzo trimestre 2012. Gli special items nel terzo trimestre 2013 includono oneri di ristrutturazione per €1,2 milioni e altri costi straordinari per €0,3 milioni. Gli oneri finanziari netti sono pari a €1,5 milioni rispetto a €2,6 milioni nel terzo trimestre 2012. Su base run rate, gli oneri finanziari nel terzo trimestre 2013 sono sostanzialmente invariati rispetto allo stesso periodo del 2012. Il Risultato netto è pari a €14,6 milioni rispetto a €0,2 milioni nel terzo trimestre 2012. Il Risultato netto rettificato1 è pari a €15,7 milioni rispetto a €3,1 milioni nel terzo trimestre 2012. L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2013 è pari a €91,3 milioni rispetto a €90,9 milioni al 30 giugno 2013 (€89,1 milioni al 30 settembre 2012). Gli special items nel periodo sono negativi per €18,9 milioni e principalmente relativi al factoring pro-soluto (si veda dettaglio nell’allegata tabella). Nel terzo trimestre 2013 il free cash flow4 generato dalla Società è stato pari a €18,5 milioni. Risultati consolidati dei primi nove mesi del 2013 Nei primi nove mesi del 2013, Sorin Group ha registrato ricavi pari a €546,7 milioni in crescita del 4,6%3 rispetto allo stesso periodo del 2012, un Profitto Lordo di €323,0 milioni pari al 59,1% dei ricavi (61,0% nello stesso periodo del 2012), un EBITDA di €89,6 milioni pari al 16,4% dei ricavi (13,3% nello stesso periodo del 2012) e un Risultato netto2 di €33,8 milioni pari al 6,2% dei ricavi (3,4% nello stesso periodo del 2012). Guidance per l’Esercizio 2013 Sorin Group prevede per l’esercizio 2013 una crescita dei ricavi a tassi di cambio comparabili nell’intorno del 5% e un Risultato netto rettificato1,2 di circa €58-60 milioni. * * * Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Demetrio Mauro, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili. * * * In aggiunta agli indicatori convenzionali previsti dagli IFRS, nel presente comunicato sono riportati degli indicatori alternativi di perfomance. Tali indicatori non devono essere considerati sostitutivi di quelli convenzionali previsti dagli IFRS, ma costituiscono un’informazione aggiuntiva, rappresentativa delle grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie utilizzate nell’ambito dei processi decisionali interni. Per una illustrazione del significato ed del contenuto degli indicatori alternativi di performance si rimanda alla Relazione Finanziaria al 31 dicembre 2012. * * * Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali (“forward-looking statements”). Queste dichiarazioni sono basate sulle attuali aspettative e proiezioni del Gruppo relativamente ad eventi futuri e, per loro natura, sono soggette ad una componente intrinseca di rischiosità ed incertezza. Sono dichiarazioni che si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che possono, o non possono, accadere o verificarsi in futuro e, come tali, non si deve fare un indebito affidamento su di esse. I risultati effettivi potrebbero differire significativamente da quelli contenuti in dette dichiarazioni a causa di una molteplicità di fattori, incluse una continua volatilità e un ulteriore deterioramento dei mercati del capitale e finanziari, variazioni nei prezzi di materie prime, cambi nelle condizioni macroeconomiche e nella crescita economica ed altre variazioni delle condizioni di business, mutamenti della normativa e del contesto istituzionale (sia in Italia che all’estero), e molti altri fattori, la maggioranza dei quali è al di fuori del controllo del Gruppo. * * * A proposito di Sorin GroupSorin Group (www.sorin.com), società multinazionale leader nel trattamento di patologie cardiovascolari, sviluppa, produce e commercializza tecnologie medicali per la cardiochirurgia e per il trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco. Il Gruppo, che conta 3.750 dipendenti in tutto il mondo, è specializzato in due aree terapeutiche principali: Cardiac Surgery (prodotti cardiopolmonari per la circolazione extracorporea e per la riparazione e sostituzione di valvole cardiache) e Cardiac Rhythm Management (pacemaker, defibrillatori impiantabili e dispositivi per la risincronizzazione cardiaca). Ogni anno, oltre 1 milione di pazienti in più di 80 paesi viene trattato con dispositivi Sorin Group. Per ulteriori informazioni, visitare: www.sorin.com. 1 Risultato netto rettificato: risultato netto prima degli oneri e proventi di natura non ricorrente (special items), al netto del relativo effetto fiscale 2 Le imposte includono gli effetti del Decreto Legge no. 76/2013 3 A parità di tassi di cambio e di perimetro 4 Free cash flow: utile netto + ammortamenti e svalutazioni ± ? capitale circolante – investimenti. Tale voce è al netto dell’impatto di special items

Gabriele Mazzoletti, Tel: +39 02 69969785Mobile: +39 348 9792201Director, Corporate CommunicationsSorin Groupe-mail: [email protected] Rambaudi,Tel: +39 02 69969716Director, Investor Relationse-mail: [email protected] StampaImage BuildingSimona Raffaelli, Tel. + 39 02 89011300e-mail: [email protected]