SONO NEGATI
PER COMUNICARE

4 Novembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
La parola definitiva su questa finanziaria l´ha detta ieri Altan sulla prima pagina di questo giornale. Sfinito, l´omino mette mano al portafogli e dice: «Mi dica quant´è e facciamola finita».

Passerà alla storia come la manovra di governo peggio comunicata e peggio gestita di tutti i tempi. Con il comico accavallarsi, sulle pagine dei quotidiani e nei tigì, di tabelle che ritoccano quotidianamente cilindrate, bolli, kilowatt, tasse di successione, e riportano emendamenti, patteggiamenti, ritocchi, codicilli quanti ne bastano a non capirci un´acca.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

E tutto questo da un tempo che è, oramai, lungo mesi, con le prime tracce di questo puzzle incomponibile apprese sotto l´ombrellone, e gli ultimi strascichi (forse) dopo le prime nevi.

Difficile dire, anche, chi sia il primo responsabile di questa Caporetto della chiarezza, di queste traveggole burocratiche che sovrappongono ogni giorno cifre alle cifre.

L´impressione, così sui due piedi, è di una sorta di responsabilità ambientale, con politici funzionari amici e giornalisti che si scambiano notizie illazioni e pettegolezzi, tutto al ristorante o in piazza, e carte ancora riservate, manovre ancora abbozzate che vengono vendute a tocchi.

La maggioranza, comunque, quanto a autorevolezza e riservatezza ne esce con le ossa rotte. Per sapere quali ossa, e rotte come, bisogna aspettare il prossimo comunicato che rivede il numero delle ossa e delle fratture.

Copyright © La Repubblica per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved