Soldati e atleti robot: seconda pelle renderà più forti

27 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Un esoscheletro robotico molto leggero e confortevole, che si può indossare come un paio di normalissimi pantaloni, è stato sviluppato dagli scienziati di Harvard per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Il Daily Mail riporta come questo comprenda un cablaggio con tubo che avvolge le gambe di chi lo indossa, aiutando le persone a sollevare carichi molto pesanti.

Potrebbe diventare come una seconda pelle ad esempio per atleti, soldati o persone che non possono camminare a causa di infortuni muscolari.

“Si può immaginare qualcosa di simile ad una ragnatela integrata in dei pantaloni attillati” ha dichiarato Conor Walsh, ricercatore di robotica presso l’Università di Harvard e capo del team che ha progettato e costruito questo esoscheletro.

Esistono già degli abiti di metallo e di plastica simili ed in grado di aiutare le persone paralizzate, ma questi sono molto più leggeri. Pesano infatti solo 7,5 kg.

Walsh ha dichiarato che l’esoscheletro robotico verrà sviluppato principalmente per tre campi: quello militare, per aiutare i soldati a portare carichi pesanti; per gli atleti, per aiutarli in caso di infortuni e per migliorare le loro prestazioni; infine in campo medico.

Potrebbe infatti diventare un tipo di cura innovativa per le persone che non possono più camminare per via di problemi muscolari.