Sogefi, archivia in perdita l’esercizio 2009

23 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel 2009 l’industria automobilistica mondiale ha registrato una contrazione senza precedenti dei livelli produttivi nei mercati maturi, in particolare in Europa. Le difficoltà del mercato hanno penalizzato i risultati del gruppo Sogefi, che nel 2009 ha registrato una perdita netta (-7,6 milioni di euro) dopo gli oneri di ristrutturazione sostenuti nel corso dell’anno. In assenza di tali oneri, la società avrebbe chiuso in utile anche l’anno più difficile della sua storia. Nell’esercizio 2009 i ricavi consolidati sono stati pari a 781 milioni di euro, in flessione del 23,2% rispetto a 1.017,5 milioni del 2008. L’utile operativo consolidato è stato pari a 33,7 milioni di euro (4,3% del fatturato), in calo del 61,6% rispetto agli 87,6 milioni del 2008 (8,6% del fatturato). I costi di ristrutturazione sostenuti nel corso dell’esercizio sono ammontati a 17,2 milioni di euro, in forte aumento rispetto agli 11,5 milioni del 2008. Tali esborsi, indispensabili per allineare i costi strutturali ai ridotti livelli di attività, hanno influenzato il margine operativo lordo (EBITDA), attestatosi a 47,2 milioni di euro (6% del fatturato) e in flessione del 55% rispetto ai 104,9 milioni del 2008 (10,3% del fatturato). L’EBIT consolidato (utile prima di interessi e tasse) ha avuto un analogo andamento ed è stato pari a 5,1 milioni di euro (0,6% del fatturato), in calo rispetto ai 62,4 milioni (6,1% del fatturato) del 2008. Il risultato netto consolidato è stato negativo per 7,6 milioni di euro, rispetto a un utile di 28,5 milioni di euro ottenuto nell’anno precedente. A livello patrimoniale, le azioni messe in atto nel corso dell’esercizio hanno consentito di raggiungere una riduzione dell’indebitamento finanziario netto di 87 milioni di euro (da 257,2 milioni di euro al 31 dicembre 2008 a 170,2 milioni di euro a fine 2009). Il patrimonio netto consolidato al 31 dicembre 2009 è ammontato a 166,8 milioni di euro, in crescita rispetto a 160,9 milioni di euro del precedente esercizio. L’evoluzione della domanda di veicoli nel 2010 sarà condizionata dall’eventuale conferma, durata e dimensione degli incentivi pubblici sui vari mercati, mentre i livelli produttivi dovrebbero beneficiare della fine del destoccaggio da parte dei costruttori e della rete distributiva. La drastica riduzione dei costi strutturali del gruppo realizzata nel 2009 e la prevista crescita delle attività nei mercati emergenti dovrebbero comunque consentire il miglioramento della redditività e il ritorno all’utile netto. L’Assemblea degli Azionisti di Sogefi è convocata in prima convocazione per il 20 aprile 2010 e in seconda convocazione per il 21 aprile 2010. Il Consiglio di Amministrazione della società, in considerazione del risultato consolidato del periodo e al fine di rafforzare ulteriormente la struttura patrimoniale del gruppo, ha deciso di proporre di non distribuire dividendi per l’esercizio 2009.