SOFTWARE: ORACLE TAGLIA 1%-2% FORZA LAVORO

21 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il colosso americano dei software Oracle (ORCL – Nasdaq) ha annunciato nella tarda serata di ieri una prossima riduzione della forza lavoro tra le 430 e le 860 unita’, pari all’1%-2% del personale, sulle attese per un trimestre con utile e vendite piatte.

L’operazione – dicono i vertici della societa’ – avverra’ “attraverso il blocco delle assunzioni e il pensionamento anticipato di parte dei dipendenti.

Jon Ekokian, analista presso U.S. Bancorp Piper Jaffray, ritiene che la decisione di Oracle non arriva inattesa, specialmente dopo che la softwarehouse americana aveva espanso la propria forza lavoro del 3% nello scorso trimestre.

L’analista sostiene inoltre che il rallentamento generalizzato dell’economia ha influito sulla societa’ piu’ di quello che molti si attendevano anche se i margini di profitto rimangono del 30%.

Nelle contrattazioni elettroniche di preborsa a New York, il titolo e’ in rialzo dell’1,70%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale nella sezione BOOK USA

, presenti sul circuito Island ECN, che trovate sul menu in cima alla pagina.