SOFTWARE: GOLDMAN VEDE NERO, ANCHE IN EUROPA

12 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Dopo aver parlato con amministratori delegati e venture capitalist, Rick Sherlund di Goldman Sachs si e’ detto convinto che il secondo trimestre per le societa’ del settore software sara’ negativo quanto i primi tre mesi dell’anno.

In una nota alla clientela, l’analista della prestigiosa banca d’investimento fa sapere che non sarebbe sorpreso qualora i titoli del comparto continuassero “a calare nelle prossime settimane, un periodo che potrebbe essere denso di pre-annunci sugli utili aziendali”.

Nel settore software, Sherlund ha identificato Microsoft (MSFT – Nasdaq) come un “porto relativamente sicuro”. Commenti favorevoli anche per Seibel (SEBL – Nasdaq), visto che la societa’ considera il comparto gestione delle relazioni con la clientela una delle sue priorita’ di spesa.

Sherlund ha aggiunto che vi sono segnali di un rallentamento del software anche in Europa, nonostante fino ad ora il settore non abbia dato segni di indebolimento.