SOCIOLOGI STUDIANO I RUOLI DELLA VITA ON LINE

5 Ottobre 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – New York, 5 ott – Come nella vita reale, anche sul Web ci sono i predatori inclini a prendere senza dare, i soccorritori propensi ad aiutare gli altri ed i socievoli interessati al confronto senza secondi fini. I ruoli interpretati dai membri di una community on line, spiega un team di sociologi della Cornell University, della University of Washington e di Microsoft Research, sono simili a quelli della quotidianità. Unica differenza: le identità del mondo virtuale rivelano un comportamento meno variabile di quanto accada nella realtà offline. Per capire il gioco dei ruoli e la dinamica della vita on line, i ricercatori hanno studiato i forum. In questo ambiente virtuale hanno individuato tre macroruoli, a cui corrispondono altrettanti profili. I primi, classificati come “Question people”, frequentano la realtà virtuale con un atteggiamento più egoista. Lanciano argomenti di cui parlare per avere informazioni. Al gruppo “Answer people” appartengono coloro che si dedicano invece a rispondere ad altri. La categoria “Discussing people” è la colla delle community. Vi fanno parte coloro che amano il confronto e la discussione. Elementi accessori, ma significativi, sono gli internauti che disturbano, insultano e provocano: gli spammer, i flamer, i troll.