SMALL CAP, IN BORSA E’ BELLO MA …

14 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Perchè tanto interesse sulle small caps? Telefonici, banche, assicurativi, industriali hanno ampiamente deluso dagli inizi dell’anno con performance mediocri ed in alcuni casi veramente negative. Anche i recuperi di molti titoli a larga capitalizzazione dai minimi del 21 settembre scorso sono stati insoddisfacenti.

Più confortante è stato l’andamento delle società a media capitalizzazione grazie alla presenza nell’indice Midex di titoli considerati difensivi, quali i cementieri Buzzi e Italcementi, Parmalat e Autogrill nel settore alimentare/distribuzione, Tods per l’abbigliamento.

Altri titoli hanno ricevuto un forte impulso da operazioni straordinarie che hanno coinvolto le popolari di Novara e di Verona, Sai e Fondiaria, Lottomatica e Snia.

Ma le vere star del listino sono stati diversi titoli a bassa capitalizzazione in grado di creare un valore significativo per gli azionisti. Ciò dimostra come sia possibile realizzare anche performance eccellenti, evitando le paludi del Nuovo Mercato ed in contro tendenza rispetto all’andamento dell’indice Mibtel.

Analizziamo le ragioni di questo fenomeno, alcuni casi di successo e le eventuali opportunità che il mercato può ancora offrire.

*Federico Schmid è gestore “BNP Paribas – Banque Privée, Italia”.

Per avere piu’ dettagli clicca su WSI REPORTS nella sezione INSIDER, che trovi sul menu in cima alla pagina. Abbonati subito!