Slovacchia, parlamento rifiuta propri aiuti alla Grecia

11 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Doccia fredda per la Grecia. Il parlamento della Slovacchia, entrato in carica lo scorso mese, ha bocciato la propria partecipazione al contributo europeo salva-Grecia. La decisione del governo di Iveta Radicova è stata quasi unanime con 69 no, 14 astenuti e un solo voto a favore. Si ribalta dunque la posizione della Slovacchia, che con il governo precedente si era impagnata a partecipare con un contributo di 816 mln di euro. Si tratta comunque di una somma non ingente, se paragonata al pacchetto di aiuti complessivo di 110mld di euro.