Siria: missione compiuta, arsenale chimico distrutto

31 Ottobre 2013, di Redazione Wall Street Italia

DAMASCO (WSI) – La Siria ha distrutto tutta la sua produzione dichiarata di armi e attrezzature chimiche, adempiendo alla principale scadenza del suo ambizioso programma di disarmo.

Lo scrive l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) in un documento visionato da Reuters, in cui si spiega che i suoi team hanno ispezionato 21 dei 23 siti di armi chimiche in tutto il paese.

Gli altri due sono stati ritenuti troppo pericolosi da ispezionare, ma il materiale chimico è già stato spostato in altri luoghi per essere controllato.

“L’Opac è soddisfatta di quando verificato e visto distrutto, delle attrezzature di tutti i 23 siti”, si legge nel documento.
(Reuters)