SIRACUSA IGNORA L’ASSENTEISMO

16 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 16 apr – Felicità vo’ cercando. E trovando, pare. Per lo meno se si è impiegati al Comune di Siracusa, lavorare al cui municipio – stando ai numeri – dev’essere se non uno spasso, quasi: basti pensare che i dipendenti dell’amministrazione pubblica della città aretusea hanno conquistato, con un distacco sugli altri che sembra quello dell’Inter, lo scudetto dei più “virtuosi” e più “sani” d’Italia: appena 1,3 giorni medi di malattia, contro i 25 di Vibo Valentia (prima tra i 108 municipi dei capoluoghi), i 21,1 di Roma o i 18,2 di Firenze. A sottolinearlo è stata un’inchiesta del Sole 24 Ore secondo la quale il popolo dei comunali siracusani è in perfetta salute e non ricorre nemmeno alle richieste di permesso. Ma non basta, visto che i discendenti di Archimede sono ultimi (o meglio “primi”) anche se si considerano, più in generale, le giornate medie di assenza dei dipendenti dell’amministrazione: appena due, con buona pace di almeno due secoli di luoghi comuni, visto che i colleghi di Bolzano hanno dato “buca” in media 38,9 volte, seguiti dalle 32,2 degli impiegati di Reggio Emilia e dalle 27 di quelli di Milano.