Sicurezza auto: Fiat 500 bocciata negli Usa

23 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – La Fiat 500 non supera i test americani sulla sicurezza. E risulta anzi tra le peggiori di una lista di 11 minicar testate negli Stati Uniti.

Durante i test realizzati per il mercato americano dall’Insurance Institute for Highway Safety – aventi per oggetto modelli di macchine degli anni 2013 e 2014 – l’impatto a cui la Fiat 500 è stata sottoposta ha compromesso seriamente lo spazio interno del conducente, poiché la forza d’urto ha “strappato” dai cardini la portiera anteriore. E una porta aperta crea il rischio che il guidatore possa essere parzialmente o completamente espulso durante l’incidente.

Il punteggio dell’Insurance Institute for Highway Safety e’ lo standard del settore auto americano, non solo per la sicurezza dei passeggeri, ma anche per il premio chiesto agli automobilisti dalle compagnie di assicurazione.

Soltanto una vettura su 11, per il settore dei veicoli di piccole dimensioni (minicar), ha superato i nuovi crash test per la tipologia “small overlap front”, ovvero quelli sull’urto frontale parziale.

Nei nuovi Crash Test realizzati dall’istituto statunitense, che simulano quanto accade quando una vettura colpisce un altro veicolo, un albero o un palo dell’elettricità, nessuna minicar ha ottenuto il punteggio più alto pari a “buono”.

Soltanto la Chevrolet Spark ha raggiunto una valutazione “accettabile” e si è aggiudicata la Top Safety Pick Award 2014. Le altre 10 utilitarie, invece, tra cui la Honda Fit e la Nissan Versa, hanno conseguito un risultato non soddisfacente.