Si preannuncia un’altre sessione di vendite per Piazza Affari

21 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Partenza in rosso per Piazza Affari, che dopo alcuni minuti di guadagni è scivolata nel segno meno allineandosi agli altri eurolistini. Non riesce neanche oggi il tentativo di rimbalzo tentato la vigilia con scarso successo a causa delle incertezze sul destino finanziario dell’Europa e dell’atteggiamento individualista che sta emergendo dalla Germania. Non aiuta il crollo di Wall Street, in scia ad alcuni dati macro deludenti, e di Tokyo, che soffre soprattutto per l’attuale fase di apprezzamento dello yen. L’avvio di sessione potrebbe inoltre essere caratterizzato da una certa volatilità per la scadenza tecnica di futures su opzioni e azioni. La moneta unica si conferma in ripresa nei confronti del dollaro con il cross a 1,2524 usd mentre si susseguono commenti contrastanti sul suo destinoparte dei vari esponenti della politica finanziaria e non dell’UE. Occhi puntati sul fronte macro con l’arrivo di alcuni importanti dati tra cui l’Ifo tedesco. Il Ftse All-Share lima lo 0,20% a 19.827, il Ftse Mib lo 0,21% a 19.240. In rosso anche il Ftse Mid Cap -0,32% a 22.148 e il Ftse Star -0,85% a 10.290. Tra le blue-chips made in Italy nel segno più e in cima ai (pochi) guadagni Enel grazie ad un upgrade, STM e Telecom Italia. Tra i peggiori invece il lusso con Bulgari e Luxottica. Offerti gli energetici e le costruzioni. Discese superiori al punto percentuale per la maggior parte dei bancari.