SI DIMETTE IL CEO DI GM, OBAMA HA CHIESTO LA SUA TESTA

29 Marzo 2009, di Redazione Wall Street Italia

Rick Wagoner, amministratore delegato della General Motors, rassegnerà le sue dimissioni con effetto immediato. E’ quanto ha annunciato una fonte all’Associated Press.

E’ stata una persona a conoscenza dei programmi della General Motors a rivelare all’agenzia Associated Press che Rick Wagoner si dimetterà dalla cariche di presidente e amministratore delegato del colosso automobilistico di Detroit. La fonte ha richiesto l’anonimato perchè la decisione di Wagoner non è stata ancora formalmente annunciata. L’iniziativa giunge alla vigilia della presentazione del presidente Barack Obama del piano per rilanciare il settore automobilistico statunitense.


Obama e altri responsabili della sua amministrazione hanno annunciato che la stessa General Motors e Chrysler dovranno procedere a una ristrutturazione più profonda prima di ricevere ulteriori prestiti dal governo. Entrambe le società sopravvivono grazie a un aiuto pubblico di 17,4 miliardi di dollari.

Le immediate dimissioni del presidente e amministratore delegato di General Motors Corp., Rick Wagoner, sono state chieste dalla Casa Bianca. Lo hanno riferito responsabili dell’amministrazione statunitense, che hanno parlato sotto copertura di anonimato. La notizia delle dimissioni del numero uno di Gm arriva a poche ore dall’intervento del presidente Barack Obama che oggi renderà noto il piano di ulteriore ristrutturazione per salvare l’industria automobilistica americana.

Oggi Obama annuncerà il piano di ristrutturazione di Gm e di Chrysler in cambio degli ulteriori prestiti del governo. Le due società hanno ottenuto 17,4 miliardi di dollari di aiuto del governo e hanno chiesto altri 21,6 miliardi.