Si appesantisce l’Europa

11 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Accelerano al ribasso i principali indici delle borse europee, dopo il taglio delle stime di crescita della Bank of England sulla Gran Bretagna che si va ad aggiungere alla revisione al ribasso delle previsioni della Fed per gli Usa. Segnali di rallentamento economico, inoltre, sono giunti anche dalla Cina. Ieri la Fed ha lasciato il costo del denaro invariato, decidendo di stimolare l’economia investendo i ricavi dei bond in scadenza legati ai mutui, circa 1.300 miliardi di dollari, nell’acquisto di titoli di stato. Attorno alle 12.20, Bruxelles mostra un calo dell’1,41% a 2525,6 punti, Zurigo una perdita dell’1,24% a 6316,04 punti, Parigi un ribasso dell’1,97% a 3656,91 punti ed Amsterdam un decremento del 2,05% a 326,31 punti. Segno meno anche per Francoforte -1,71% a 6178,47 punti, Londra -1,71% a 5284,74 punti e Madrid -1,73% a quota 10533,3. A livello settoriale soffrono tutti i settori, in particolar modo le materie prme depresse dalle notizie provenienti dalla Cina. Pesanti anche le banche, i tech e le auto.