Shell ottimista, taglia costi e vede produzione in aumento

16 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Cambiamenti in arrivo per la big petrolifera Royal Dutch Shell. La compagnia britannica ha diffuso stamane un aggiornamento sulle principali linee guida per il futuro, affermando di essere entrata in un nuovo periodo di crescita. Per questo stima di raggiungere una produzione di 3,5 mln di barili al giorno entro il 2012, in aumento dell’11% rispetto ai livelli del 2009. Il cash-flow operativo migliorerà del 50% nel triennio 2009-2012 se il prezzo del petrolio viaggerà attorno ai 60 dollari al barile, e dell’80% se i prezzi viaggeranno attorno agli 80 dollari. Previsto anche un piano di dismissione annuale di asset non core del valore di 1-3 mld di dollari, e un taglio del personale di circa 2.000 unità entro il 2011.