Sequestrato patrimonio Ligresti per 250 milioni

12 Agosto 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La Guardia di Finanza ha sequestrato il patrimonio dei Ligresti per un valore di 250 milioni di euro. La decisione segue i 7 arresti che hanno colpito, tra gli altri, Salvatore Ligresti e i suoi tre figli, Jonella, Giulia e Paolo.

“Emerge uno spaccato inquietante: un uso strumentale di una società come Fonsai, laddove risulta essere stata piegata all’interesse di una parte dell’azionariato. L’effetto e’ stato perdita di credibilità e il tradimento di piccoli azionisti”, aveva detto Vittorio Nessi,procuratore aggiunto, commentando l’inchiesta della Procura di Torino e gli arresti scattati.

Ora la Gdf sta mettendo in atto un sequestro preventivo della famiglia Ligresti per un valore superiore ai 250 milioni di euro: oggetti sequestrati sono alberghi di lusso, proprietà immobiliari, conti correnti e polizze assicurative.

La decisione è stata emessa dal Gip di Torino Silvia Salvatori e disposta nell’ambito dell’inchiesta “Fisher Lange”, l’indagine che ha portato anche all’arresto di alcuni ex top manager di Fondiaria Sai, oltre che della famiglia. Le accuse: falso in bilancio aggravato e manipolazione del mercato.

Le Fiamme Gialle stimano che il totale dei beni sequestrati (251,6 milioni) e attribuibili a Fonsai, ai Ligresti e agli ex manager arrestati ha un valore che corrisponde al profitto che è stato illecitamente ottenuto.

LEGGI ANCHE

Ligresti junior in Svizzera, da lì non si muove

Così truccavano i conti per arricchire i Ligresti

Arrestati i Ligresti. Il pm: “Traditi piccoli azionisti”

“Da vent’anni il tumore sono Ligresti e i La Russa”