Sempre più allarme Portogallo. Rendimenti 2 anni a record da 1996

31 Marzo 2011, di Redazione Wall Street Italia

Non si arresta la tensione sui titoli di stato portoghesi. Nelle ultime ore, il sell off sui bond ha portato i rendimenti a due anni a salire di ben 20 punti base all’8,23%, ovvero secondo quanto riporta Bloomberg al massimo dal 1996. Si tratta della nona seduta consecutiva di vendite sui bond europei.

I rendimenti dei decennali sono aumentati invece di 10 punti all’8,20%. Altra notizia sconfortante, lo yield extra, ovvero il differenziale che gli investitori richiedono per possedere i titoli di stato portoghesi a dieci anni invece dei bund è balzato di 8 punti base a 485 punti base, al massimo dall’introduzione dell’euro nel 1999.

E non se la passano bene neanche i rendimenti dei bond a dieci anni irlandesi che, in attesa dei risultati degli stress test, mettono a segno un incremento di fino al 10,25%; i rendimenti dei titoli di stato a due anni sono aumentati invece al 9,56%.

Sotto pressione infine anche il Bund tedesco, con il rendimento salito di un punto base al 3,35% dopo essere sceso al 3,31% prima della pubblicazione del dato sull’inflazione sull’Eurozona, salita a marzo al record, ovvero al 2,6%.

(Art. in fase di scrittura)