Semaforo verde alla partenza delle borse europee

5 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Avvio positivo per le borse europee nell’ultima seduta della settimana, incoraggiate dal buon finale di ieri di Wall Street e da quello entusiasmante di oggi d Tokyo. L’attenzione del mercato è tutta rivolta alle statistiche a stelle e strisce sul mercato del lavoro in agenda nel pomeriggio, nonostante il Beige Book abbia parlato mercoledì di un mercato ancora stagnante. Da segnalare, poi, l’incontro del premier greco Papandreou con il cancelliere tedesco Angela Merkel. La divisa unica europea si mostra poco mossa nella mattinata a 1,3576, dopo lo scivolone di ieri sulle parole del presidente della Bce Trichet che ha parlato di una crescita diseguale nella zona euro, lasciando intendere che il costo del denaro resterà sugli attuali livelli ancora a lungo. Dopo aver confermato i tassi d’interesse all’1%, senza sorprendere gli analisti, il governatore della Banca centrale ha ribadito che la crisi del debito greco resta preoccupante. Pressochè invariata anche la sterlina nei confronti del dollaro a 1,5018, dopo la debacle di ieri con la Bank of England che ha confermato inalterata la sua politica monetaria. In lieve rialzo il prezzo del greggio, con il Wti a 80,51 dollari al barile mentre risulta ingessato l’oro a 1.132 dollari l’oncia. Sulle prime rilevazioni Bruxelles mostra un vantaggio dello 0,1% a 2585,54 punti, Parigi un rialzo dello 0,41% a 3844,03 punti ed Amsterdam un incremento dello 0,48% a 334,04 punti. Segno più anche per Francoforte +0,38% a 5817,17 punti, Londra +0,38% a 5548 punti e Madrid +0,32% a quota 10779,2. A livello settoriale bene le materie prime, le banche e le auto mentre gli alimentari risultano invariati. Tra le società alle prese con i conti segnaliamo WPP e Veolia.