Self help: le 9 regole d’oro della persona di successo

1 Marzo 2011, di Redazione Wall Street Italia

E’ la tipica discussione da bar, ma anche una materia di studio affascinante per molti scienziati. E’ un tema che si puo’ estendere a tutte le discipline, ma non e’ una questione cosi’ facilmente risolvibile. Stiamo parlando del confine tra talento naturale ed esercizio e della difficolta’ di stabilire dove finisce uno e dove incomincia l’altro.

Il concetto che metterebbe d’accordo tutti e’ che il talento da solo non e’ sufficiente, serve anche la pratica. Diego Armando Maradona compreso. In una ricerca approfondita, una delle universita’ piu’ prestigiose d’America, Harvard, ha messo in fila i nove punti fondamentali per avere successo, a prescindere dal proprio talento.

1) Essere precisi. Se si vuole dimagrire meglio fissare come obiettivo “perdere 5 chili”, piuttosto che un piu’ generico “perdere peso”. Per questo pero’ bisogna sapere esattamente cosa si vuole.

2) Per non perdere l’occasione giusta il modo migliore e’ quello di decidere quando e dove agire. Anche in questo caso bisogna pero’ entrare nello specifico. Prefissare un compito da portare a termine, come ad esempio lavorare 30 minuti dopo il lavoro, facilitera’ il raggiungimento di un obiettivo.

3) Monitorare costantemente il progresso che si sta ottenendo, per sapere quanto manca alla conquista della meta prevista.

4) Essere ottimisti ma anche molto realisti. In pratica credere nelle proprie capacita’ di riuscita con pragmatismo. Aiutera’ enormemente la sicurezza nei propri mezzi, aumentando la percentuale di successo.

5) Non accontentarsi mai, concentrarsi “nel voler essere sempre meglio”. E’ inutile pensare di non avere talento per una determinata cosa. Meglio provare a ottenerla con la pratica. Le proprie capacita’ e abilita’, sia mentali che fisiche, possono essere sempre migliorate.

6) La grinta e’ un grande pregio e non e’ un talento naturale. Tutti possono raggiungere una determinata forza di volonta’, indispensabile per impegnarsi a raggiungere obiettivi di lungo termine e da preservare anche in momenti di difficolta’.

7) Allenare il ‘self control’, che come gli altri muscoli del corpo ha bisogno di esercizi costanti per essere tenuto in buono stato.

8) Non giocare con la fortuna e non esagerare con la fiducia nei propri mezzi. Meglio avere un obiettivo difficile alla volta. Mai piu’ di uno contemporaneamente.

9) Infine cercare a tutti costi di concentrarsi in quello che si fara’, non in quello che non si fara’. Se per esempio il desiderio e’ quello di smettere di fumare o cercare di ammorbidire un carattere troppo duro, e’ meglio avere ben chiaro in testa cosa fare, piuttosto che sapere esattamente cosa non fare. Un modo ideale per farlo e’ quello di pensare fin dall’inizio a come rimpiazzare i vizi con abitudini positive.