Sei “trucchi” di finanza personale che permettono ampi guadagni

14 Giugno 2019, di Livia Liberatore

Tenere sotto controllo le proprie finanze è fondamentale per garantirsi un futuro con meno problemi. Morgan Housel dà sei consigli su come gestire la propria finanza personale. Sono suggerimenti semplici, di buonsenso, ma che se rispettati possono portare grandi rendimenti e semplificare la vita.

  1. Il primo consiglio riguarda il rapporto fra i risparmi accumulati e il proprio status sociale. Secondo la società, bisogna accettare che vivere al di sotto dei propri mezzi richiede la soppressione del proprio ego al di sotto del reddito personale. Questo perché spendere al di sopra di un certo livello di bisogni e tempo libero è soprattutto una questione di ego e di ascesa sociale. Quindi il risparmio è solo un diversivo dall’aumentare il tuo status oggi per un uso più produttivo domani.
  2. In secondo luogo, è opportuno scegliere un coniuge che abbia gli stessi desideri di spesa. Le dispute sul denaro sono una delle principali cause di divorzio. Due persone che spendono molto probabilmente sono più sicure dal punto di vista finanziario di un risparmiatore e un coniuge a cui piace spendere: andranno con meno facilità incontro al divorzio e non divorziare è uno dei principali trucchi per mantenere salde le proprie finanze.
  3. Il terzo consiglio è semplice: Evitare qualsiasi tipo di problema sin dall’inizio. Cioè in pratica cercare di non creare i problemi invece che risolverli. Morgan Housel ricorda che nessuno esce dal debito più velocemente di chi lo ha evitato fin da subito.
  4. Come quarto trucco di finanza personale, è una buona idea utilizzare servizi di basso status e alta efficienza. E’ il caso dei servizi pubblici. I più grandi sono college comunitari per crediti di istruzione generale, lezioni in stato e biblioteche pubbliche.
  5. Un altro suggerimento è di accendere un metaforico radar molto efficiente che emetta un “allarme rosso” quando vengono offerte promesse di guadagni anormali senza sacrifici anormali.
  6. Infine, il consiglio di finanza personale di Morgan Housel sul lavoro: per essere soddisfatti della propria situazione patrimoniale, è meglio scegliere una carriera che potrebbe non essere la propria passione, ma assicuri uno stipendio dignitoso. È impopolare da dire, ma una carriera che non è la propria passione ma che fornisce un buon reddito può essere preferibile, in particolare nel lungo periodo. Un lavoro che ci appassiona ma che rende poco può generare risentimento quando si invecchia e si hanno figli, mutui, e altri oneri abbastanza grandi da soffocare la gioia che si ottiene lavorando con la propria passione. Un lavoro che paga bene invece può alla lunga offrire un livello di flessibilità finanziaria che permette di perseguire i propri hobby.