Società

SEC: LEVITT SCETTICO SU AUTOREGOLAMENTAZIONE

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Arthur Levitt, ex capo della Securities and Exchange Commission (SEC), pensa che i tentativi di autoregolamentazione delle societa’ finanziarie per evitare conflitti d’interesse siano destinati a rimanere inefficaci.

“La relazione tra analisti e divisioni d’investimento e’ un ‘franchise’ difficile da rompere”, ha commentato Levitt in quella che e’ stata la sua prima dichiarazione sulla questione da quando ha lasciato l’agenzia lo scorso febbraio.

“Al piu’ Wall Street puo’ accettare una maggiore trasparenza sugli investimenti degli analisti, il che puo’ essere utile – ha aggiunto l’ex capo dell’organo di controllo di borsa – ma probabilmente e’ il massimo che si fara’”.

Levitt vorrebbe che gli analisti perdessero ogni incentivo finanziario per spingere le societa’ che seguono e che le banche d’affari smettessero di fare pressione sugli analisti.

“A meno che non ci sia una completa separazione tra analisti e investimento, si e’ al punto di prima – ha commentato – La ricerca e’ sempre stata usata per ottenere nuovo business”.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:
SPECIALE: BUFERA SUGLI ANALISTI FINANZIARI /4