SEC: DILAGANO LE FRODI CONTABILI

6 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

La Securities and Exchange Commission, l’organo di controllo della borsa americana, sta investigando su quasi 260 casi di frode contabile, tra cui 40 che coinvolgono le maggiori societa’, tra cui Xerox (XRX – Nyse), ConAgra Foods (CAG – Nyse), Cendant (CD – Nyse) e Sunbeam (SOCNQ).

“Se non avessimo altro da fare, le investigazioni contabili potrebbero da sole tenerci occupati per i prossimi 5 o 10 anni”, ha commentato Richard Walker, capo della divisione investigativa della SEC.

Negli ultimi tre anni, infatti, si e’ verificato un aumento del 28% delle frodi contabili.

L’indicatore piu’ evidente dei problemi riguardanti la contabilita’ e’ il crescente numero di revisioni di rapporti finanziari. Secondo un recente studio della societa’ di revisioni dei conti Arthur Andersen, le revisioni del bilancio pubblicato sono raddoppiate dal 1997 a 223.

Parte della manipolazione dei dati di bilancio deriva dalla pressione di raggiungere gli obiettivi prefissati per paura che la reazione degli investitori mandi i titoli in ribasso.

Le societa’ sostengono che il numero delle revisioni al bilancio sia minuscolo rispetto alle 13.000 societa’ che ogni anno consegnano il bilancio alla SEC, ma i regolatori temono che il numero delle violazioni contabili sia maggiore di quanto si pensi.

Il problema della SEC e’ infatti la mancanza di personale per il controllo dei bilanci pubblicati. Durante l’anno fiscale terminato il 30 settembre 2000 la commissione ha rivisto circa 1.100 dei 13.000 bilanci consegnati, ma il loro obiettivo e’ quello di controllarne almeno uno ogni quattro.