SE VI ERA SFUGGITA…

10 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
L’affaire afghano e quello
Telecom sono importanti, ma a volte l’informazione
rischia di perdere il bandolo delle notizie davvero
importanti. Per esempio ieri, pur in un giorno in
cui Intesa e Mediobanca riavviano al rodeo finale –
con Intesa in vantaggio – su Telecom, Enel lancia
l’opa da 35 miliardi di euro su Endesa e Capitalia
fa un altro balzo in Borsa sulla
voce di opa della Royal Bank of
Scotland e del Santander contrapposta
a quella di Barclays su
Abn Amro, la notizia più importante
veniva dalla Cina.

Da una
parte il governo cinese ha emesso
una stima preliminare dell’export,
secondo il quale a marzo
scorso l’accelerazione sarebbe
stata la più contenuta da 5 anni a
questa parte, solo del 6,9% rispetto
allo stesso mese dell’anno
precedente. Il che porterebbe comunque il surplus
commerciale della Cina a 46,4 miliardi di dollari
nel solo primo trimestre 2007, il doppio del primo
trimestre 2006.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

La nota cinese va intesa in combinato
disposto con la dichiarazione emessa dal governo
cinese in cui sono stati espressi «profondo rincrescimento
e forte insoddisfazione» per la decisione
annunciata dall’amministrazione Bush di indirizzare
al Wto due richieste di intervento sanzionatorio
per violazione delle regole dell’accordo sul
commercio, in aggiunta alla posizione espressa il 30
marzo secondo cui il presidente Usa sarebbe pronto
a chiedere sanzioni doganali al Congresso per
contrastare impropri sussidi dello Stato cinese ad alcuni
prodotti.

Attenzione: se Bush tira la corda contro
la Cina, nell’ultima parte del suo mandato, soffiando
sul fuoco del protezionismo, la Cina potrebbe
vendicarsi mollando il lentissimo processo di rivalutazione
della sua moneta. E sarebbero guai per
la crescita mondiale.

Copyright © Il Riformista per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved