SE LA LONDON FASHION WEEK DIVENTA WASHABLE

17 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

E’ tempo di sfilate e Giles Deacon, in occasione della settimana della moda londinese, porta in scena due capi della collezione creati con tessuti all’avanguardia, interamente lavabili in lavatrice. Una sfida allo stereotipo del “bello ma difficile da gestire tra le mura domestiche”. Le due nuove creazioni fanno parte della collezione autunno/inverno 2014 e sono il seguito dei sette capi che Giles ha pensato e disegnato per il progetto Future Fabric di P&G Fabric Care, presentato per la prima volta a Milano a novembre 2013. GILES e P&G:una passione condivisa per la bellezza e la cura degli abiti,in passerella come nella vita Il talentuoso stilista britannico, lo scorso autunno, è stato nominato da P&G Consulente Globale di Moda, con il compito di guidare l’azienda nella gestione dei marchi internazionali Ariel, Tide, Dash, Downy e Lenor. La partnership, vede P&G Fabric Care e Giles unire le rispettive competenze per progettare sofisticate tecnologie per la cura dei tessuti. Innovazioni che potranno spingere la moda a riconsiderare l’utilizzo dei tessuti lavabili in lavatrice, venendo così incontro a quanti chiedono indumenti firmati facili da trattare. “P&G Fabric Care mi ha coinvolto in una sfida entusiasmante: abbattere i falsi miti sugli abiti lavabili in lavatrice attraverso la creazione di modelli dai tessuti avveniristici che permettano al cliente di prendersene cura personalmente subito dopo l’acquisto” – ha commentato Giles Deacon – “Dopo il successo ottenuto alla presentazione della collezione a Milano, sapevamo che sette abiti non sarebbero bastati. Dovevamo mettere in commercio più capi di questo genere. Perciò, grazie anche alle tecnologie impiegate da P&G con Dash e Lenor, abbiamo deciso di includere questi nuovi capi alla mia collezione AW14” – ha continuato lo stilista. P&G:passione ed esperienza nel mondo dei tessuti,oggi al servizio della moda “Sappiamo quanto l’abbigliamento sia importante nella vita delle persone. E’ un ciclo che inizia in passerella, che porta a diventare clienti di determinati stilisti e che termina con uno o più capi appesi negli armadi della propria camera” – ha spiegato Mohamed Samir, Vicepresidente per l’Europa di P&G Fabric Care – “Per questo abbiamo scelto di focalizzare la nostra strategia commerciale sulla moda: possiamo innovare e perfezionare i nostri prodotti detergenti affinché stiano al passo con le tendenze evolutive dei tessuti. In questo modo, inoltre, i prezzi dei capi alla moda, diventeranno più accessibili e tutti noi potremo curarli in prima persona”. Samir ha poi concluso: “Quello di oggi è solo uno dei tanti passi che stiamo facendo per dimostrare ai consumatori, al mercato della moda e dei tessuti, che cosa siamo capaci di realizzare. Il nostro approccio agli indumenti è unico nel suo genere ed è il risultato dello studio P&G La scienza in tre passaggi: pulire, proteggere e valorizzare i capi durante il lavaggio, mantenendo intatta qualità e bellezza dei nostri acquisti”. I marchi della linea P&G Fabric Care provano come i detersivi non siano efficaci solo nell’eliminazione delle macchie. Le nuove Dash Ecodosi Pods 3 in 1 aiutano a detergere e valorizzare gli abiti con un intervento diretto sulle fibre, rendendo ogni capo più pulito e come nuovo più a lungo. Lenor, il principale ammorbidente sviluppato da P&G con l’innovativa tecnologia Fibre Science, aiuta a proteggere i tessuti da eventuali danni, garantendo capi non solo incredibilmente morbidi ma anche profumati più a lungo. Informazioni su P&G Future Fabrics Riconoscendo l’evoluzione di design e tessuti e puntando su come le persone amano prendersi cura dei propri indumenti, P&G Future Fabrics, propone una serie di iniziative e collaborazioni con i protagonisti più autorevoli dei settori della moda e dei tessuti. Con Dash e Lenor, marchi di altissimo prestigio, P&G sta già dando le prime risposte, ricorrendo a formulazioni e tecnologie rivoluzionarie. Per saperne di più: www.pgfuturefabrics.com; oppure su Instagram e Twitter @pgfuturefabrics; #washablefashion Informazioni su Procter & Gamble Ogni giorno 4,8 miliardi di persone utilizzano uno dei prodotti P&G. Procter & Gamble possiede infatti uno dei più importanti portafogli di marche di qualità ed opera in 70 paesi nel mondo. In Italia, il Gruppo P&G è presente dal 1956, ha due stabilimenti di produzione a Pomezia (RM) e Gattatico (RE) oltre alla sede amministrativa di Roma. Impiega circa 1700 dipendenti e commercializza prodotti tra i quali: Dash®, Lenor®, Bolt 2in1®, Ace Detersivo®, Ariel®, Mastro Lindo®, Swiffer®, Viakal®, Ambi Pur®, Iams®, Eukanuba®, Az®, OralB®, Kukident®, Max Factor®, Olaz®, Pantene®, Herbal Essences®, Wella®, Duracell®, Gillette®, Braun® Noxzema® e fragranze come Hugo Boss®, Puma®, Lacoste®, Laura Biagiotti®, Dolce e Gabbana®, Gucci®. Per informazioni: www.pg.com – facebook.com/pgitalia Informazioni su Giles Deacon Giles Deacon è uno stilista famoso e apprezzato in tutto il mondo per i suoi modelli briosi e creativi. Dopo essersi laureato al Central Saint Martins College of Art and Design di Londra nel 1992, Giles ha iniziato a viaggiare e a fare esperienza in diverse case di moda. Trascorsi due anni collaborando con lo stilista francese Jean Charles De Castelbajac, ha fatto ritorno a Londra per lavorare presso varie case di moda in High Street. È stato in questo periodo che Giles ha conosciuto il proprietario di Bottega Veneta diventando, dal 1998 al 2002, capo stilista in Bottega Veneta e del Gruppo Gucci. Nel 2004 Deacon ha lanciato alla London Fashion Week la propria griffe, GILES, riscuotendo successo a livello internazionale. Tanti i riconoscimenti ottenuti: tra questi la “British Designer of the Year” al British Fashion Awards nel 2006 e il francese “ANDAM Fashion” nel 2009. Nel 2014, GILES ha celebrato il decimo anniversario della sua prestigiosa attività. # # #

Per ulteriori informazioni e foto ad alta risoluzione, contattare:Procter&GambleRelazioni EsterneFrancesca De PalmaTelefono [email protected] AssociatiUfficio stampaEmanuela CapitanioCellulare [email protected]