Scienziati scoprono il gene della violenza

21 Febbraio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – I giovani che giocano o hanno giocato a videogiochi violenti o vedono spettacoli televisivi dai contenuti convulsi condividono un gene particolare.

È lo scioccante risultato emerso da uno studio, come riporta il Daily Mail, che ha visto coinvolti 1.600 genitori di bimbi olandesi tra i 5 e i 9 anni.

Prelevando il DNA dei bambini alla nascita si è scoperto come vi è una variante di un gene condivisa dai bambini più propensi a guardare spettacoli televisivi violenti e a giocare a videogame come Grand Theft Auto o Call of Duty.

Gli esperti ritengono che la variazione in un gene trasportatore della serotonina può aumentare la probabilità di soffrire di deficit di attenzione e iperattività (ADHD).

La dottoressa Sanne Nikkelen, presso l’Università di Amsterdam, ha dichiarato: “I nostri risultati indicano che l’uso di mezzi violenti per bambini è in parte influenzato da fattori genetici. Questo potrebbe significare che i bambini con questa variante del gene sono più propensi a cercare attività stimolanti, come ad esempio guardare la televisione violenta e giocare a certi tipi di videogiochi”.

L’anno scorso i ricercatori dell’Università del Missouri hanno scoperto che i bambini con un disturbo autistico spendono circa il doppio del tempo a giocare a videogame di coloro che non hanno problemi.

“Quello che abbiamo scoperto è anche che la dipendenza dai videogiochi è un fattore in gran parte determinato dalla disattenzione“.