“SCANSAFATICHE”: IL PRIMATO VA AGLI INDIANI

23 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Berlino, 23 apr – Nella classifica internazionale dell’assenteismo la maglia nera va agli indiani, che in media se ne stanno a casa 8,64 giorni l’anno denunciando malattie inesistenti. I più laboriosi sono invece gli ungheresi, ciascuno dei quali si assenta dal lavoro non più di 0,54 giorni. La classifica è stata stilata dall’istituto di ricerca bavarese Geva, che ha sondato un campione di 11 mila individui. Dopo gli indiani, i più “scansafatiche” – a sorpresa – sono gli svedesi, con 7,67 giorni di assenteismo ogni anno. Seguono gli americani (3,07), gli italiani (2,2) e i tedeschi (1,83). Nella top five dei lavoratori più virtuosi, gli ungheresi sono seguiti da messicani (0,62), bulgari (0,67), turchi (0,73), belgi (0,93) e cinesi di Taiwan (0,99).