SCANDALI SUBPRIME: DOPO GOLDMAN SACHS E’ IL TURNO DI MORGAN STANLEY?

12 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

I procuratori degli Stati Uniti starebbero accertando se Morgan Stanley abbia ingannato gli investitori offrendo mutui derivati con la consapevolezza di un loro mancato apprezzamento. E’ quanto riporta il Wall Street Journal, che cita fonti vicine alla situazione, in un articolo di oggi.

Tale mossa, ha precisato il quotidiano, rientra nell’intensificazione dei controlli su Wall Street da parte delle autorità. Secondo il Wall Street Journal Morgan Stanley avrebbe confezionato dei prodotti finanziari da vendere agli investitori piazzando successivamente scommesse sul crollo del loro valore.

Da segnalare che lo scorso 16 aprile la Sec, la Consob americana, aveva scioccato i mercati finanziari accusando Goldman Sachs di frode nella gestione dei mutui subrime.

Proprio nelle ultime ore si è parlato poi della possibilità di un accordo tra la Sec e Goldman, che potrebbe costringere la banca a versare più un miliardo di dollari.