Saras resta la peggiore nel settore oil

14 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Petroliferi in rosso questa mattina a Milano, in linea con le perdite evidenziate dagli indici di mercato. Eni e Tenaris mostrano infatti cali di circa il 2%, rispetto ad un FTSE MIB che cede il 2,45%, mentre Saipem mostra un decremento dell’1%. La peggiore del comparto, inteso in senso allargato, è Saras. Le azioni della compagnia di raffinazione di Massimo Moratti segnano infatti una flessione del 3,65%, in scia alla delusione generata dai risultati trimestrali. Il trimestre chiude infatti con una perdita netta adjusted di 29,9 mln di euro, peggiore del consensus, confrontabile con un utile netto Adjusted di 25,3 milioni di euro del primo trimestre 2009. I Ricavi sono stati 1.882 milioni di Euro, in crescita del 53% rispetto al primo trimestre 2009. Inverte rotta anche la ERG dopo un esordio positivo. Il titolo al momento cede lo 0,78%, nonostante risultati in miglioramento, che hanno evidenziato una riduzione della perdita a 16 milioni di euro.