Sanità: in Molise mancano medici, costretto a tornare chi è in pensione

22 Marzo 2019, di Alessandra Caparello

Senza medici, la Regione Molise come scrive il CorSera richiama  quelli ormai in pensione. Un paradosso quello che si sta verificando nella regione di un paese, l’Italia, che ancora fa a fatica a realizzare quella tanto agognata staffetta generazionale e con un alto tasso di disoccupazione, al 16,8% nel 2018.

L’Azienda sanitaria regionale (Asrem) è stata costretta a chiedere al Commissario alla Sanità, Angelo Giustini, l’autorizzazione ad avviare le procedure per incarichi libero-professionali a medici in pensione.

Gravissima criticità di personale medico in dotazione determina grosse difficoltà a garantire una corretta turnazione.

Così si legge nella delibera dopo l’ultimo bando per per due posti di dirigente medico di Pediatria andato deserto.

Bandiremo nuovi concorsi nella speranza di avere nuove unità — spiega all’Ansa il direttore sanitario dell’Asrem, Antonio Lucchetti — ma i numeri al momento dicono questo: su 13 posti per dirigente medico del Pronto soccorso si sono presentati solo 3 candidati, per Ortopedia 2 su 4, Ostetricia e Ginecologia 2 su 5 e per Neonatologia non si è presentato nessuno. È una carenza che sta mettendo in crisi i vari servizi. In Molise — aggiunge — comunque accade quello che si registra anche in altre parti d’Italia, ma visti i numeri ridotti della regione, la situazione diventa sempre più grave