Salto in avanti dei futures Usa, spinti da dollaro e lavoro

28 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Quando manca mezz’ora al suono della campanella, i futures Usa viaggiano sopra i livelli di parita’, vedi quotazioni a fondo pagina), preannunciando una partenza positiva.

Sinora a dettare l’andamento dei listini in mattinata sono il calo del dollaro sui nuovi minimi di seduta e i dati migliori del previsto giunti dal fronte del mercato del lavoro.

Gli investitori sembrano intenzionati a tornare ad acquistare azioni con una certa intensita’. I futures hanno esteso i guadagni iniziali dopo la pubblicazione delle richieste di sussidio di disoccupazione, che sono inaspettatamente calate di 21 mila unita’ nell’ultima settimana. In flessione anche le domande continuative, scese ai minimi di circa due anni.

In ambito societario, gli utili del gruppo dei Post-it 3M sono risultati piu’ alti del previsto, ma l’outlook emesso per l’intero esercizio non convince. Bene anche i risultati della societa’ di cellulari Motorola. Raddoppiati i profitti di Dow Chemical. Dopo il suono della campanella sara’ il turno di Microsoft.

Sul fronte delle notizie M&A, Sanofi-Aventis ha confermato la sua offerta ostile da $18.5 su Genzyme, nonostante abbia registrato utili trimestrali piu’ alti del previsto. I titoli Sanofi-Aventis scambiano in progresso.

Lo scandalo dei pignoramenti non si placa. L’ultimo degli istituti finanziari a finire nell’occhio del ciclone per la gestione maldestra e talvolta illecita dei mutui e del loro impacchettamento in strumenti derivati e’ stato Wells Fargo, che ha reso noto di aver ricompilato i documenti riguardanti 55.000 procedure di pignoramento dell’immobile.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico, i futures sul petrolio con consegna dicembre sono in progresso dello 0.5% a quota $82.35 il barile. Il derivato con scadenza dicembre dell’oro segna un +0.88% a $1334.30 l’oncia. Sul fronte valutario l’euro guadagna lo 0.7% a quota $1.3865. Quanto ai Treasury, il rendimento del decennale e’ in calo di 1.4 attestandosi al 2.698%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 scambia in progresso di 7.1 punti (+0.6%) a quota 1185.90.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 9.25 punti (+0.44%) in area 2133.

Il contratto sull’indice Dow Jones avanza di 50 punti a quota 11122 (+0.45%).