Saltare colazione aumenta rischio attacchi cardiaci

26 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – La colazione è uno dei pasti principali della giornata e non va assolutamente saltata, a rafforzare uno dei consigli nutrizionali più comuni arriva uno studio statunitense.
I ricercatori della Harvard School of Public Health sostengono che gli uomini che non fanno colazione corrono un rischio a livello cardiaco più alto, con maggiori probabilità di malattie del cuore e di attacchi cardiaci fatali.

La ricerca è stata condotta fra il 1992 e il 2008 e ha coinvolto un campione di 27.000 uomini fra i 45 e gli 82 anni. L’indagine ha riguardato l’alimentazione e le sue conseguenze sulla salute e ha rivelato un aumento del 27% del fattore di rischio cardiologico (e in particolare di mortalità per insufficienza coronarica) proprio tra gli uomini che non erano abituati a fare colazione.

Si è scoperto che in questa categoria rientra una percentuale maggiore di fumatori e bevitori generalmente sedentari e celibi. Secondo Leah Cahill, ricercatrice e principale autrice della ricerca: «Saltare la colazione può condurre di per sé a rischi quali l’obesità, l’ipertensione, un forte tasso di colesterolo e di diabete che sono in grado di favorire alla lunga una crisi cardiaca».

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Sani Help – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Sani Help. All rights reserved