Saldi d’estate: dieci titoli a prezzi stracciati sulla borsa di New York

8 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Una serie di fattori tormenta le menti degli investitori: dal gravoso debito dell’Europa alle norme piu’ severe di regolamentazione del mercato finanziario degli Stati Uniti. Come risultato, le azioni solitamente a basso prezzo sono diventate ancora piu’ economiche, mentre quelle costose sono sempre piu’ pericolose.

I prezzi di obbligazioni, oro e dollaro sono aumentati nel 2010, con il crescere dell’avversione al rischio. I bond hanno fatto un balzo del 4.2% nel primo semestre dell’anno, mentre il valore del metallo prezioso e’ aumentato del 13% aggiornando record su record. Nel frattempo, il dollaro ha guadagnato il 10% contro il paniere delle sei principali valute concorrenti, tra cui l’euro, yen e sterlina britannica, dopo che nello stesso periodo del 2009 aveva invece subito un deprezzamento.

Qui di seguito riportiamo 10 azioni quotate negli Stati Uniti che scambiano ad uno sconto enorme rispetto ai livelli del mercato azionario generale e dei loro rispettivi settori. Vendono ad un rapporto tra prezzo e stime sull’utile per azione del prossimo anno di 6 volte. Giusto per avere un’idea, in confronto l’S&P 500 vale 11 volte le stime sui profitti del 2011.

>>>>>PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO, RISERVATO A MONEY MANAGER E GESTORI DI FONDI, E’ RICHIESTO L’ABBONAMENTO A INSIDER. Ci si puo’ abbonare in pochi secondi. Per 1 mese, costa solo 0.86 euro al giorno.