Saipem in corsa, Eni indietro dopo taglio rating Moody’s

13 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si deteriorano nel primo pomeriggio le quotazioni di Eni, che pur conservando il segno più si porta a Piazza Affari sui minimi intraday mostrando ora un +0,18% a 16,5 euro. Il cane a sei zampe sconta il calo di scure da parte di Moody’s, che ne ha abbassato il rating a lungo termine a “AA3” dal precedente “AA2”, con outlook stabile. Il rating della Eni USA passa invece a “A1” da “Aa3”. Questo perchè, ha spiegato Moody’s, la riduzione del debito e il miglioramento della qualità creditizia del gruppo non saranno immediati ma graduali. Decisamente più vivace Saipem, che avanza invece di oltre un punto percentuale sovraperformando un mercato già di per sè buono in scia al miglioramento delle stime sulla domanda globale di petrolio annunciato venerdì dall’International Energy Agency. Inoltre oggi la Deutsche Bank ha reiterato la propria preferenza al gruppo italiano rispetto alla rivale francese Technip.