S&P prepara nuovo downgrade per la Grecia: outlook negativo

8 Agosto 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – L’agenzia di rating Standard & Poor’s rivede al ribasso il giudizio sulla Grecia e porta l’outlook da “stabile” a “negativo”, citando il deterioramento delle condizioni economiche e la possibilità che il paese debba presto ricorrere a nuovi aiuti da parte dell’Unione europea.

Il rating della Grecia, già CCC, otto gradini sotto il livello “degno di investimento”, potrebbe dunque subire un nuovo downgrade a breve, in caso Atene non riesca a ottenere nuovi fondi dall’Ue e dal Fondo Monetario Internazionale. Per la precisione €7 miliardi quest’anno, con la contrazione del Pil nell’ordine del -11% nel 2012 e 2013, secondo da nota S&P.

Periodo buio per l’economia ellenica, con il Pil che attraversa una fase negativa ormai per cinque anni di fila, e il tasso di disoccupazione che nello stesso periodo è balzato dal 7,9% al 22,5%.

“C’è la possibilità di una caduta, a causa del ritardo nell’implementazione delle riforme di consolidamento dei bilanci, per via delle elezioni politiche”, scrivono nella nota gli analisti di S&P. “Come risultato del periodo di debolezza economica e vista la mancanza di sviluppi positivi nel sistema della tassazione, le entrate fiscali saranno inferiori al target 2012”.