S&P/MIB SOVRAPERFORMA TUTTI GLI INDICI

13 Dicembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

*Financial Trend Analysis e’ una societa’ che opera nel settore dell’Analisi Tecnica. Nell’ambito di questa metodologia viene privilegiato l’approccio quantitativo che tende a garantire un prodotto dal contenuto oggettivo e di qualità costante. Tutte le analisi contenute sul sito www.ftaonline.com sono frutto di una elaborazione effettuata da FTAOnLine a partire dallo studio delle quotazioni di mercato.

(WSI) – Rispetto ad altri panieri europei lo S&PMib ha archiviato negli ultimi mesi una performance lodevole, come evidenzia il grafico a fondo pagina, dove i massimi di inizio 2004 sono ormai un solido supporto: dai minimi di agosto lo S&PMib ha già guadagnato il 16%. Le curve degli altri indici europei mostrano invece come questi siamo per il momento incapaci di staccarsi in modo evidente dai precedenti massimi.

Il Dax tedesco, il Cac francese ed il FTSE 100 inglese hanno infatti messo a segno dai minimi estivi gain compresi tra l’11 ed il 16%, ma (soprattutto Cac e FTSE) nell’ultimo mese hanno evidenziato una marcata sottoperformance nei confronti del paniere nazionale. Piazza Affari sembra quindi un buon luogo dove investire, almeno per chi cerca soddisfazione nel medio termine.

Per quello che riguarda il breve periodo si può forse ottimizzare il timing di intervento rimandando di qualche giorno l’ingresso sul mercato: non deve essere infatti sottovalutato il fatto che il rialzo dai minimi estivi è stato consistente, per cui è possibile che in molti stiano prendendo in considerazione l’ipotesi di cristallizzare i profitti e godersi le feste di fine anno. Tale circostanza potrebbe dare il via alla consueta correzione di metà di dicembre, verificatasi puntualmente negli ultimi 4 anni, con i prezzi che tendono a fare registrare un minimo intorno al 20 per poi riprendere la strada del rialzo.

Potrebbe quindi essere saggio attendere la fine di una eventuale fase di storno prima di tornare ad investire. La solidità del trend ascendente non verrà messa in discussione se non al cedimento di 1130/1140 di S&P 500, mentre lo S&P Mib ha spazi di discesa fino a 28500/29000 prima che la situazione diventi preoccupante. Potrebbero essere proprio ritorni in quell’area, magari già a partire dai 29500 punti, ad essere considerati una buona occasione di ingresso.

Copyright © Financial Trend Analysis per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved