S&P DECLASSA
IL NEW YORK TIMES

13 Luglio 2007, di Redazione Wall Street Italia

S&P taglia il rating sul New
York Times di un livello, a BBB,
penultimo livello investment grade.
A motivare la «bocciatura» è il
calo delle entrate pubblicitarie
dell’editore del NYT e il declino
generalizzato del settore.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

«La performance
operativa per il mese di
maggio è stata inferiore al previsto
», ha segnalato S&P, secondo
cui il debito complessivo del NYT
dovrebbe calare a circa un miliardo
entro fine anno. Le entrate
pubblicitarie del gruppo sono scese
dell’8,5% rispetto a un anno
fa, a 157,3 milioni; al quotidiano
sono calate del 9,9 per cento.