Russia: Unicredit punta su Bank Petrocommerce

28 Agosto 2007, di Redazione Wall Street Italia

Unicredit potrebbe continuare la sua espansione a Est. Non conosce tregua la banca guidata da Alessandro Profumo che, incassato l’ok dei soci alla fusione con la romana Capitalia e in attesa anche del via libera dell’Antintrust, potrebbe acquisire l’istituto russo Bank Petrocommerce. La mossa dell’ex McKinsey potrebbe esser messa a segno dopo che la banca kazaka Seimar Alliance Financial ha annunciato il suo ritiro dall’operazione. A rivelare la strategia di Piazza Cordusio è stato il quotidiano moscovita Kommersant che ha citato due fonti anonime. Il giornale russo ha aggiunto che, Seimar Alliance, che ha offerto 1,5-1,6 miliardi di dollari per Bank Petrocommerce, si è ritirata a causa dell’instabilità dei mercati finanziari causata dallo scossone dei mutui subprime. Nessun commento da parte delle banche. Un portavoce dell’istituto guidato da Profumo ha infatti specificato che la banca ”non commenta i rumors”. E anche Ifd Kapital cui fa capo Bank Petrocommerce non ha voluto rilasciare nessun commento.