Mercati

Russia: Sakhalin-2, la Shell blocca la costruzione

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Il consorzio guidato dalla Royal Dutch Shell Plc ha sospeso i lavori di posa delle tubature per un tratto del progetto Sakhalin-2, motivando la decisione per il timore di frane nella zona. Secondo il quotidiano Kommersant, che cita un non meglio specificato rappresentante di Sakhalin Energy, dietro lo stop ai lavori ci sarebbero dubbi sulle attività dei subappaltatori, in particolare sul rispetto degli standard richiesti. Ma all’inizio del mese di agosto un invito a sospendere la posa dei tubi era giunto dal ministero russo per le Risorse naturali, che citava a sua volta il pericolo di frane. Un modo per fare pressione su Sakhalin Energy affinchè riservi spazio nel progetto – e a buone condizioni – per Gazprom, hanno subito commentato vari osservatori.