Russia: Made in Italy, promozione del lusso

12 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il Sistema Italia consolida le sue posizioni sul mercato russo, con un interscambio che tocca ormai i 33 miliardi di dollari: ma a parere del ministro per il Commercio con l’estero, Emma Bonino, “ha una debolezza, quella della distribuzione. Abbiamo prodotti di prima classe, riusciamo a fare ottima promozione, poi abbiamo il problema di fare arrivare quei prodotti sui mercati”. Proprio per superare questa empasse, peraltro legata “alla struttura produttiva italiana, che per il 90 per cento è fatta di piccole e medie imprese per le quali la distribuzione è un tassello fondamentale”, il ministero e l’Istituto per il commercio estero hanno promosso un mese tutto italiano nel luogo simbolo del consumo moscovita, i grandi magazzini Gum sulla Piazza Rossa. Per le prossime settimane, le luminose gallerie dell’edificio ospitano il made in Italy di fascia medio-alta nei settori di abbigliamento, profumeria, pelletteria, calzature, prodotti enogastronomici, vini, mobili, articoli di arredamento.