Russia – Ferrovie: investimenti per 285 mld €

10 Agosto 2007, di Redazione Wall Street Italia

Le Ferrovie russe hanno bisogno di oltre 285 miliardi di euro (10 mila miliardi di rubli) di investimenti in strategie di sviluppo da qui al 2030. Da Rostov sul Don, il presidente del gruppo, Vladimir Yakunin, spiega che metà della somma verrà prodotta dalle stesse Ferrovie, un altro 20 per cento dovrà venire dal budget di organi federali e un altro 10 per cento da business privato. Il “gigante di ferro” Jsc Russian Railways rappresenta oltre il 3,6 per cento del prodotto interno lordo della Russia ed è una delle più grandi società ferroviarie al mondo con 85.500 chilometri di linee e 1,2 milioni di dipendenti. La società muove quasi l’80 per cento del trasporto nel Paese più esteso al mondo. Queste le dimensioni della società che sta sviluppando collaborazioni commerciali per la realizzazione di progetti internazionali con Ferrovie dello Stato e Finmeccanica.
Nata per un decreto governativo datato maggio 2001 per “la riforma strutturale dei trasporti su rotaia”, Ferrovie Russe è il risultato della prima fase di riforma nel settore delle ferrovie. La Federazione Russa è l’unico azionista delle Russian Railways. Il capitale sociale ammonta a 1.535,7 miliardi di rubli (44,7927 mld euro). Russian Railways è composta da 34 società controllate e 61 compagnie dipendenti (al 31 dicembre 2005).