Russia: ferrovie, arriva Finmeccanica

18 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Ferrovie Russe e Finmeccanica siglano un memorandum d’intesa per avviare attività di collaborazione nell’ambito della produzione, realizzazione, assistenza tecnica e commercializzazione di materiale rotabile e infrastrutture per il trasporto ferroviario. L’accordo, si legge in una nota del gruppo, nasce da una forte domanda del mercato russo e dei paesi della Csi per i prossimi dieci anni di nuovi elettrotreni, locomotive e ammodernamento e costruzione di nuove linee, in particolare ad alta velocità.
Il presidente delle Ferrovie Russe (traduzione italiana del russo Oao Rzd), Vladimir Yakunin, e il presidente e amministratore delegato di Finmeccanica, Pier Francesco Guarguaglini, firmano il memorandum d’intesa a Mosca, alla presenza del presidente della Transmashholding, D. Komissarov, e del direttore generale della società per l’Alta Velocità Oao Skorostnye Magistrali, S. Khronopulo. “Con questo accordo – dichiara Guarguaglini – poniamo le basi per una serie di partnership con importanti realtà industriali nel Paese, in un mercato di grande rilevanza e in forte espansione e può così consolidare il proprio business valorizzando le competenze tecnologiche sviluppate in oltre 150 anni di attività a livello internazionale. La collaborazione potrà anche avere importanti ricadute sui prioritari programmi di sviluppo delle ferrovie italiane”.
L’intesa riveste particolare importanza se si considera che la richiesta di produzione di materiale rotabile per l’alta velocità avrà un trend di crescita sensibilmente maggiore di quello complessivo del settore (con una incidenza sino al 40 per cento degli ordini totali), in virtù dei notevoli investimenti previsti. Negli anni 2000-2004, il mercato mondiale (Giappone escluso) dell’alta velocità raggiunge il valore di 1,6 miliardi di euro l’anno e ci si attende, entro il 2008, un’ulteriore crescita fino al 50 per cento.
Finmeccanica inoltre firma un accordo di collaborazione con Transmashholding nel campo della progettazione e produzione congiunta di sistemi di trasporto urbano, quali tram e metro. Dopo gli aerei da trasporto regionale (si pensi all’accordo tra Alenia Aeronautica e Sukhoi), Finmeccanica si inserisce nel settore ferroviario russo.