RUSSIA: CONTINUA IL CROLLO ALLA BORSA DI MOSCA

17 Settembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Indici in picchiata alla borsa di Mosca, con le azioni delle banche Oao Sberbank e Vtb Group in caduta libera e scambi sospesi. L’indice Rts, denominato in dollari, perde il 6,4% a 1.058,84 punti, mentre il Micex (denominato in rubli) lascia sul terreno il 9,2% a 800,56 punti dopo perdite pari al 10%. Sberbank, prima banca russa, perde l’8,1% secondo le quotazioni Bloomberg, mentre Vtb lascia sul terreno il 13%.

Ha tutta l’aria di essere una fugain massa degli investitori locali e e internazionali, ieri l’indice Micek aveva perso -17. Quella di Mosca e’ una borsa troppo dipendente dai titoli energeteci. Molto penalizzata aanche la nomenklatura al potere di Vladimir Putin e dei suoi amici, arricchitisi nel passato con il boom del petrolio.

Da notare che a causa dell’eccessivo ribasso anche oggi, come ieri, sono state sospese le contrattazioni sui titoli e bond.