RUMORS APPLE: NON C’E’ PACE PER STEVE JOBS

3 Ottobre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Apple sale in Borsa, dove guadagna oltre il 2% dopo la smentita del report secondo il quale l’amministratore delegato Steve Jobs sarebbe stato ricoverato in ospedale in seguito ad un’attacco cardiaco. La società di Cupertino ha seccamente smentito le indiscrezioni: il report “non è vero”, afferma.

Non è la prima volta che la salute di Jobs pesa sul titolo Apple: già in luglio, infatti, con il diffondersi di report sul cattivo stato di salute del co-fondatore e amministratore delegato della società di Cupertino, il titolo era scivolato in Borsa.

Gli investitori sembrano convinti che la chiave del successo di Apple sia legata proprio a Jobs. Se Jobs lasciasse la Apple il titolo – secondo alcuni operatori – potrebbe perdere il 20-30%. La Apple infatti ha costruito – spiegano – le proprie fortune da quando Jobs ne ha preso il comando: quando è rientrato nel 1996 nell’azienda, che aveva fondato nel 1976, la Apple era vicina alla bancarotta.

Nel 2005 Jobs ammise pubblicamente che gli era stato diagnosticato un cancro incurabile al pancreas, per il quale gli restavamo solo sei mesi di vita. Jobs però era riuscito a sconfiggere la malattia.