Risultati positivi per Biogen Idec per il primo anno della sperimentazione ADVANCE di fase 3 de

20 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

Oggi Biogen Idec (NASDAQ: BIIB) ha annunciato i risultati positivi di un intero anno del suo studio cardine della durata di due anni di fase 3 ADVANCE sul PLEGRIDY™ (peginterferone beta-1a), il potenziale trattamento sperimentale della società per la sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) somministrato a cadenza quindicinale o mensile. Tali dati, presentati oggi in occasione del 65° convegno annuale dell’Accademia americana di neurologia, indicano che a un anno dall’inizio della sperimentazione il PLEGRIDY ha ridotto in modo significativo l’attività della sclerosi multipla (SM), comprese le recidive, la progressione della disabilità e le lesioni cerebrali in confronto al placebo. “Questi risultati relativi a un anno intero offrono un’immagine più completa del PLEGRIDY e degli effetti positivi che esso ha sulla riduzione delle recidive, della progressione della disabilità e dello sviluppo di lesioni”, ha affermato Peter Calabresi, M.D., direttore del Centro per la sclerosi multipla Johns Hopkins. “Questi dati suggeriscono che, se approvato, il PLEGRIDY potrebbe offrire il beneficio di un trattamento con somministrazioni meno frequenti, il che rappresenterebbe un miglioramento significativo per chi è affetto da SM.” Risultati dello studio per il gruppo con somministrazione a cadenza quindicinale dopo un anno: Endpoint primario: Il PLEGRIDY ha raggiunto l’endpoint primario di ridurre il tasso di recidiva annualizzato (ARR) dopo un anno del 36 percento rispetto al placebo (p=0,0007). Endpoint secondari: Il PLEGRIDY ha ridotto del 39 percento la percentuale di pazienti che hanno subito recidive rispetto al placebo (p=0,0003). Il PLEGRIDY ha ridotto del 67 percento il numero di lesioni iperintense in T2 nuove o di nuovo ingrossamento sulle scansioni con la risonanza magnetica cerebrale rispetto al placebo (p