Risparmiare con la sfida delle 52 settimane, ecco come

4 Marzo 2020, di Mariangela Tessa

Risparmiare può risultare per qualcuno un’impresa ardua da realizzare. Ci sono tuttavia dei metodi che rendono l’operazione più semplice anche per chi per natura fa più fatica a mettere da parte dei soldi. È il caso per esempio della 52 week money challenge, in pratica la sfida delle 52 settimane.

La sfida consiste in questo: si parte da una piccola cifra. Di settimana in settimana l’importo aumenta seguendo uno schema preciso: ogni settimana si mette da parte la cifra corrispondente al numero della settimana stessa.

Dopo un anno, ci si ritroverà ad aver accumulato un bel gruzzolo, senza aver fatto troppa fatica.

Facciamo un esempio: se durante la prima settimana si decide di mettere da parte un euro, la seconda settimana saranno 2 euro (1+1), la terza 3 (1+1+1), la quarta 4 (1+1+1+1) e via così.

Ovviamente, la sfida diventerà più complicata con il passare dei mesi: se si parte da un euro, l’ultima settimana si metteranno nel salvadanaio 52 euro. Ma alla fine delle 52 settimane, i risparmi sarebbero 1.378 euro.

Il consiglio è partire da una cifra bassa. Se solo si decidesse di iniziare la sfida da 10 euro, alla 52esima settimana, sarebbe chiesto un risparmio pari 520 euro. Una cifra non alla portata di tutti.

Negli Stati Uniti quella della 52 week money challenge è una moda e c’è chi ha approfittato dell’inizio dell’anno per mettersi alla prova.
Condividere sui social i propri progressi aiuta anche i più pigri a trovare una motivazione in più e a credere nella sfida: basta seguire l’hashtag #52weekmoneychallenge per leggere le testimonianze.