Rischio default? No problem,c’è la Germania salva-crisi

8 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

La Germania salverà le sorti finanziarie dell’Euro Zona. Secondo quanto scritto stamane dal Financial Times, che cita fonti all’interno del governo tedesco, Berlino avrebbe preparato un “crisis resolution plan” da proporre alla Commissione il prossimo novembre.

Il piano prevede un meccanismo permanente di salvataggio dei paesi a rischio default attraverso un fondo di emergenza con regole precise. In questo caso, spiega il FT, verrebbero messi in discussione il Trattato di Lisbona e questo potrebbe non piacere ai partners europei, soprattutto a Londra che comunque fa parte dell’Unione.

Il piano tedesco metterebbe inoltre in discussione l’European Financial Stability Facility da 440 mld, in scadenza nel 2013. Alcuni paesi, prosegue il FT, potrebbero obiettare che un simile piano potrebbe far sedere sugli allori quanti crederebbero di essere sempre protetti dal rischio default, ma la Germania obietterebbe che i creditori vedrebbero tagliato il loro valore di credito e quindi ci sarebbe più attenzione nel finanziare Stati a rischio.

Il “piano anti-crisi” tedesco poi, avrebbe regole severissime, dure sanzioni per coloro che violano i patti Ue e l’eventuale sospensione del diritto di voto. Ma darebbe anche la possibilità al Paese in odore di default di ristrutturare il proprio debito pubblico.

(Art. in fase di scrittura)