Risanamento in corsa dopo conti del primo semestre

7 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Freccia verde per Risanamento che si muove in controtendenza rispetto agli indici milanesi che d’avvio seduta sono in rosso fisso. Il gruppo immobiliare avanza del 2,25% dopo che oggi ha annunciato i conti del primo semestre in cui ha registrato una perdita consolidata di 64,5 milioni di euro. Il rosso è in sensibile riduzione rispetto al 30 giugno 2009 in cui la perdita perdita è stata di 171 milioni di euro. Il fatturato raggiunge, nel semestre, 425,029 mld di euro in aumento dai 55,594 mld dello stesso semestre del 2009. Lo si apprende da una nota dove si aggiunge che il Cda di Risanamento, riunitosi ieri per approvare la semestrale del gruppo, ha accontonato 80 mln euro nelle società controllate Milano Santa Giulia e Milano Santa Giulia Residenze. Lo scopo è quello di mettere da parte un “gruzzolo” per poter affrontare potenziali costi di bonifica dell’area sequestrata dal Tribunale di Milano. Il comunicato aggiunge che gli istituti finanziari che hanno sottoscritto l’accordo di ristrutturazione hanno confermato la volontà di dare esecuzione a tutti gli impegni assunti nell’ambito dell’ accordo destinati al rafforzamento patrimoniale e finanziario del gruppo, riconfermando tale intenzione, fermi i necessari passaggi presso i rispettivi organi deliberativi. Il consiglio di amministrazione ha, inoltre deliberato di convocarsi per il prossimo 23 settembre 2010. E’ stato inoltre chiesto nei giorni scorsi a Leonardo & Co., advisor finanziario della Societa’, di verificare la sostenibilita’ dal punto di vista finanziario del piano finanziario 2009-2014 approvato il 2 settembre 2009 alla luce degli eventi e l’advisor ha confermato la sostenibilita’ del suddetto piano tenendo anche conto degli effetti finanziari della vendita dell’Area Falk, la cui esecuzione e’ contrattualmente prevista entro il 30 settembre 2010.