RIPRESA ECONOMICA: GLI USA MEGLIO DELL’EUROPA

17 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Gli Stati Uniti si trovano in acque migliori rispetto a quelle in cui naviga l’Europa. Lo sostiene il presidente di Barclays Bob Diamond.

In un intervista rilasciata al canale tv Cnbc nel giorno dei conti, il numero uno del banca inglese ha ditto che “ci sono segnali contrastanti, ma siamo ormai verso la via delle ripresa, sopratutto negli Usa. Ci sono indicatori che dimostrano un costante miglioramento della congiuntura in generale e il mercato del lavoro americano sembra destinato a recuperare”.

Quadro ben diverso da quello tracciato per il Vecchio Continente, complice non solo la situazione occupazionale ma anche l’andamento della moneta unica. “Gli States hanno avuto il vantaggio di avere un dollar debole nelgi ultimo due anni, fattore che ha sostenuto le esportazioni”.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Diamond non poteva non scattare una fotografia sul comparto bancario, a cominciare dalle proprie strategie. Barclays ha iniziato a migliorare il proprio capitale e i requisti di liquidita’ senza aspettare che i regolatori competenti spingessero in questo senso. “Non siamo l’unica banca che si sta muovendo cosi’, tra l’altro facendo meno operazioni a debito”.

Difficile da attuare, invece, la separazione da parte degli istituti finanziari tra attivita’ retail e quelle di investimento. “Vogliamo banche solide, in salute e disposte ad assumersi dei rischi. Non c’e’ un sistema bancario senza rischi”, ha commentato aggiungendo che le banche sono diventate sempre piu’ grandi perche’ i loro clienti hanno fatto altrettanto. “Un modello integrato di banca fa bene alla crescita economica”, ha continuato. “Non ce’ alcuna evidenza empirica o accademica che dimostri che istituti di grandi dimensioni non sono opportuni”.